cerca

Secondo stop

"Vercelli che pedala", appuntamento al 2022

Trebaldi: "L'assembramento sarebbe stato inevitabile"

Vercelli che pedala

L'arcivescovo Marco Arnolfo alla partenza della "Vercelli che pedala" edizione 2019

Signor direttore,

Gentili e cari amici di “Vercelli che pedala” vi annuncio con estremo rammarico che quest’anno la manifestazione non prenderà il via. Nella seconda domenica di giugno si sarebbe dovuta svolgere la quarantottesima edizione cui tenevo in modo particolare perché l’avremmo dedicata ai tanti amici e a tutti i morti a causa del Covid-19.

Uscendo di casa in questi giorni mi sono imbattuto in alcuni “fedelissimi” e la domanda è stata, per tutti, quando mettiamo (non mi dicono mettete… meraviglioso si sentono parte della pedalata) il box per le iscrizioni? A questo punto un nodo alla gola mi raggiunge e devo rispondere vi chiediamo scusa, ma, anche quest’anno, come già accaduto nel 2020, la pedalata è annullata.

Mentre passo da piazza Pajetta lo sguardo mi va sull’angolo in cui piazzavamo il box e non mi sembra vero di non vederlo là con le sue transenne intorno e le signore, mai ringraziate abbastanza, che per tutti questi anni dedicavano il pomeriggio e talvolta la sera, per venti e più giorni, a propagandare la popolare pedalata.

Purtroppo, a causa della ben nota emergenza sanitaria in atto, lo stop alla quarantottesima edizione è dovuto al rispetto della salute dei moltissimi partecipanti che sicuramente avrebbero risposto, come tutti gli anni, al nostro annuale invito alla nota manifestazione ciclistica cittadina.

Chi ha partecipato a qualche edizione di “Vercelli che pedala” sa che la folla è tanta, alla partenza, al punto di ristoro e all’arrivo in piazza Pajetta per la premiazione e la panissa. L'assembramento sarebbe quindi grande e inevitabile per cui a malincuore l'Associazione Sportiva Dilettantistica Velo Club Vercelli, organizzatrice della manifestazione, ha deciso questo secondo sofferto stop.

Quindi con l’occasione di questo breve comunicato voglio ringraziare i partecipanti virtuali, i miei validi collaboratori all’organizzazione e le ditte e gli Enti che avrebbero sicuramente sostenuto, come tutti gli anni, il nostro impegno. Termino augurando anch’io a tutti che “tutto andrà bene” e mando agli amici della bicicletta e di “Vercelli che pedala”  il mio arrivederci a presto.

Venio Trebaldi, presidente del Velo Club Vercelli

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video