cerca

Emergenza Covid

Vercelli: le celebrazioni del triduo pasquale

Orari e luoghi delle funzioni "limitate" dalla pandemia

Vercelli: le celebrazioni del triduo pasquale

Le problematiche relative alla pandemia da coronavirus “Covid-19”, anche quest’anno, intaccano le celebrazioni religiose in preparazione alla Pasqua. Le disposizioni previste per i vari riti di questa Settimana santa, come notificato dalla Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, si rifanno al Decreto del 25 marzo 2020 in quanto "in molti Paesi sono ancora in vigore rigide condizioni di chiusura che rendono impossibile la presenza dei fedeli in chiesa".

Benedizione oli santi (foto Morera)Stante la possibilità per gli Episcopati di spostarla "in un altro giorno più adatto", la Diocesi di Vercelli ha confermato la consueta messa crismale al mattino di giovedì 1° aprile. Nella celebrazione eucaristica presieduta in Cattedrale dall’Arcivescovo, monsignor Marco Arnolfo, ci sono stati il rinnovo delle promesse sacerdotali e la consueta consacrazione degli Oli santi (il Crisma, utilizzato nei sacramenti del Battesimo, della Cresima e dell’ordine sacro per sacerdoti e vescovi; l’Olio dei catecumeni, usato sia nel Battesimo degli adulti che in quello dei bambini; l’Olio degli infermi che, come dice il termine stesso, viene amministrato a malati e sofferenti). Da segnalare il conferimento del ministero del Lettorato al seminarista vercellese Amedeo Degregori. Si tratta, sostanzialmente, della prima tappa pedagogica e formativa con cui i sacerdoti e i diaconi permanenti proseguono nel loro cammino verso l’ordinazione presbiterale.

Lettorato ad Amedeo Degregori (foto Morera)

Ma il vero “culmine” dell’intero anno liturgico, comunque, è rappresentato dal Triduo pasquale, in cui si celebrano "i grandi misteri dell’umana redenzione dalla Messa vespertina del Giovedì nella Cena nel Signore, fino ai Vespri della domenica di Risurrezione" (leggiamo al n. 38 della Paschalis sollemnitatis). Ma, come detto inizialmente, i riti sono condizionati dalle avvertenze per rispettare le varie esigenze di prevenzione del contagio. Pertanto, secondo le suddette linee guide vaticane, nella messa in Coena Domini del pomeriggio del giovedì, in tutte le parrocchie, viene omessa la tradizionale lavanda dei piedi. Per venerdì 2 aprile, è stato predisposto che i Vescovi, nella preghiera universale, provvedano ad "una speciale intenzione per chi si trova in situazione di smarrimento, i malati, i defunti"; inoltre il consueto bacio di adorazione alla Croce viene "limitato al solo celebrante". Ulteriori restrizioni anche per la Veglia pasquale, da celebrare in Cattedrale e nelle parrocchie, con la liturgia del Battesimo ristretta al solo "rinnovo delle promesse battesimali".

Per Venerdì santo, i principali appuntamenti religiosi a Vercelli, in tempo “Covid-19”, sono: alle ore 17 in Cattedrale con la celebrazione della Passione del Signore, seguita dall’adorazione della Croce e dalla Comunione; alla sera, invece, la secolare “Processione delle Macchine” nelle vie del centro cittadino sarà sostituita, a partire dalle ore 20.30 nell’abbazia di Sant’Andrea (alle ore 20.15 ingresso per un massimo di 180 fedeli), da una preghiera ripercorrendo le tappe della soprammenzionata processione, con l’ostensione della reliquia della Croce con cui monsignor Arnolfo impartirà la benedizione conclusiva. Il silenzio del Sabato santo, 3 aprile, verrà “interrotto” con la Veglia pasquale, che nella Cattedrale eusebiana inizierà alle ore 20 con la benedizione del fuoco e del cero, per poi proseguire con la liturgia della Parola, la rinnovazione delle promesse battesimali e la liturgia eucaristica.

La proclamazione della Risurrezione di Gesù Cristo dalla morte porterà così alla Domenica di Pasqua, 4 aprile, che inizierà con la prima messa delle ore 6 presieduta dall’Arcivescovo, sempre in Cattedrale, e l’annesso rito dello scoprimento del Crocifisso. In giornata altre liturgie saranno officiate alle ore 8.30, 10.30, 12 e 17.30 (con monsignor Arnolfo). Nel pomeriggio, alle ore 16.30, i Vespri pontificali con la benedizione eucaristica. Per il Lunedì dell’Angelo, 5 aprile, le messe in Cattedrale saranno celebrate solamente al mattino alle ore 8.30 e 10.30. Per i fedeli che volessero accostarsi al sacramento della Riconciliazione, ricordiamo che in Cattedrale sarà possibile nelle giornate di venerdì 2 e sabato 3 aprile dalle ore 9 alle 11.30 e dalle ore 15.30 alle 17.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video