cerca

Consiglio comunale

Vercelli: 'Nessun alloggio comunale è a disposizione per i famigliari dei positivi'

Bocciata la richiesta della minoranza

Consiglio comunale di Vercelli

Nessuna proprietà comunale destinata ai famigliari di persone positive al Coronavirus in difficoltà abitative.


La mozione presentata nel Consiglio comunale di mercoledì 30 dicembre da Partito Democratico, Vercelli con Maura Forte e Movimento 5 Stelle, è stata bocciata. "In questo momento non c’è necessità in questo senso e il problema sarebbe “ribaltato”: non dobbiamo cercare alternative per i negativi al Covid, ma per gli infetti", ha motivato la decisione l’assessore alle Politiche Sociali Caterina Politi.


Il documento era stato protocollato dai tre gruppi di opposizione per chiedere all’amministrazione di mettere a disposizione alloggi di proprietà comunale per i famigliari di persone positive al Covid, impossibilitati a isolarsi in casa e con un reddito annuo sotto i 15.000 euro; la richiesta comprende anche l’attivazione di convenzioni con hotel e strutture ricettive private. "Un esempio potrebbe essere la Foresteria, ma non solo", ha detto il primo firmatario Carlo Nulli Rosso. 


La richiesta non è passata. "Sulla gestione dei pazienti Covid c’è un confronto quotidiano con l’Azienda sanitaria locale, la Provincia di Vercelli e tutte le parti in causa – è intervenuta Politi – Per chi ha bisogno l’obiettivo è di trovare una sistemazione ai positivi, come fatto in primavera coi locali Edisu, e non ai negativi, che dovrebbero poi comunque stare in quarantena con sanificazione dei locali. Poi gli alloggi comunali sono impegnati per altre emergenze e gli hotel si occupano anche di dare una possibilità ai profughi, altra criticità".


"La Foresteria è stata assegnata all’Asl e alla casa di riposo per gli infermieri e quindi non è a disposizione – ha aggiunto il sindaco Andrea Corsaro – Una mozione per trovare alloggio ai negativi è al 'contrario'".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video