cerca

Sulla mia strada

"Pregare con amore ingigantisce l'effetto"

Monsignor Sergio Salvini commenta il Vangelo di domenica 25 luglio

Pani e pesci

Si legge nel Vangelo di Giovanni: "Distribuì a quelli che erano seduti quanto ne volevano". 
Cinque pani d’orzo e due pesci…
Nel mondo c'è pane sufficiente per la fame di tutti, ma insufficiente per l'avidità di pochi (Gandhi).
Gesù li moltiplicò fino a sfamare circa cinquemila persone, così come la nostra preghiera carica di amore, si moltiplica nell’effetto e diventa gigantesca, molto gradita a Dio.
Pochi pani e pesci diventano una quantità indefinita, così come la preghiera espressa con amore trasfigurato diventa potente e ottiene molto. Per la moltiplicazione dei pani e dei pesci il miracolo fu indotto da Gesù sbalordendo tutti i presenti. Solo Dio poteva compierlo.
La domanda posta da Gesù a Filippo: Dove potremo comprare il pane perché costoro abbiano da mangiare? è uno dei modi utilizzati per suscitare la vera Fede.
Il Vangelo infatti precisa: «Diceva così per metterlo alla prova, Egli infatti sapeva quello che stava per compiere».
Gli Apostoli non erano ancora solidi nella fede e rimasero a riflettere sul denaro necessario e sulla distanza dal paese.
Anche per noi, dinanzi alle difficoltà che incontriamo, non bisogna mai abbattersi, Gesù vuole preoccuparsi di tutti i nostri problemi anche se non sempre è possibile una soluzione immediata. Ma Lui c’è sempre, è Dio e desidera il meglio per ognuno di noi. Gesù non è venuto a portare la soluzione dei problemi dell'umanità, ma a indicare la direzione. Il cristiano è chiamato a fornire al mondo lievito più che pane: a fornire ideali, motivazioni per agire, il sogno che un altro mondo è possibile.
Alla tavola dell'umanità il vangelo non assicura maggiori beni economici, ma un lievito di generosità e di condivisione, profezia di giustizia.
Non intende realizzare una moltiplicazione di beni materiali, ma dare un senso, una direzione a quei beni, perché diventino sacramenti vitali.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500