cerca

Sulla mia strada

Uno stile più evangelico per non tradire la nostra vocazione

Il commento al Vangelo di domenica di monsignor Sergio Salvini

Figlia di Giairo

Si legge nel Vangelo di Marco: "Fanciulla, io ti dico: Àlzati!".
Talità kum!

E’ parola di risurrezione: fanciulla alzati e cammina!
Può succedere di sperimentare il fallimento della fede.
In famiglia, in Parrocchia, sul lavoro, in un gruppo, pensiamo di aver fatto tutto il possibile per tenere in vita la nostra comunità, ma non possiamo ignorare l’atteggiamento di indifferenza e superficialità dei tanti.
“Perché disturbi ancora il Maestro?”: sembra non avere più senso neanche fermarsi a riflettere su cosa poter fare perché avvertiamo che la mentalità nella quale viviamo è più forte e potente della nostra povera azione. Pensiamo non sia il caso di disturbare Gesù, e allo stesso tempo non ci lasciamo disturbare da Lui. Dobbiamo concludere che la nostra realtà è morta?
Di fronte al tragico evento sembra ormai inutile chiedere l’intervento di Gesù: “Perché disturbi il Maestro?”.
Ma Gesù non si unisce al coro degli sfiduciati e chiede a Giàiro, a noi tutti di non temere, soltanto abbi fede.
Letteralmente Gesù invita a conservare la fede, a continuare a credere in Lui e a non rinunciare a quella fiducia che spinge a cercare Gesù e a chiedere il suo aiuto.
Le parole di Gesù suonano come un’esortazione: nonostante la morte, conserva la fede.
Alla luce della situazione di incertezza e di esodo dalle nostre chiese, in questo tempo di pandemia, si rischia di cadere in due tentazioni opposte: cedere le armi convinti che non serve a nulla ogni nostro sforzo, oppure moltiplicare le iniziative per tentare di far fiorire.
Cosa può significare per noi continuare ad aver fede?
Dobbiamo lasciare le cose come stanno sperando che sia Dio ad intervenire?
Qual è l’essenziale? Anche a noi, Gesù ci prende la mano e ci invita ad alzarci, invitandoci a trovare nuove strade, un nuovo modo di essere presenza.
Non si tratta di essere originali, ma di trovare uno stile più evangelico per non tradire la nostra vocazione.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500