cerca

Questura

Cinque anni di Daspo e denuncia a un ultras della Pro Vercelli

Aveva fatto esplodere due grossi petardi nelle vicinanze dello stadio

Stadio "Silvio Piola"

Divieto di assistere per 5 anni a manifestazioni sportive, con obbligo di firma e denuncia.

E' il provvedimento preso nei confronti di un ultras della Pro Vercelli dall'Autorità giudiziaria, a seguito di due episodi verificatisi a maggio. Il primo è avvenuto il 19 maggio nelle vicinanze dello stadio comunale “Silvio Piola”, quando si è svolto l’incontro di calcio Pro Vercelli – Juventus U23, disputato a porte chiuse come previsto dalle disposizioni governative. "Nel corso dell’incontro un gruppo di 25 tifosi ultras della Pro Vercelli giungeva presso lo stadio per sostenere la squadra dall’esterno dell’impianto, il tutto senza creare turbative per l’ordine pubblico. Tuttavia, uno dei presenti faceva esplodere un grosso petardo in prossimità del suddetto portone - spiegano dalla Questura - Il giorno seguente il personale di questa Digos visualizzava ed acquisiva le immagini registrate dal circuito di videosorveglianza dello stadio che permettevano di attribuire e riconoscere l’autore del fatto identificandolo per un appartenente al gruppo Ultras 'West Side'".

Analogo episodio è avvenuto il 23 maggio, in occasione dell’incontro di calcio Pro Vercelli - Sudtirol, anch'esso a porte chiuse. Anche in questa circostanza, una quindicina di tifosi locali si sono radunati nelle vicinanze dello stadio comunale “Silvio Piola” e nuovamente, quasi al termine del primo tempo, la stessa persona "ha posizionato a terra e allontanato da sè un altro grosso petardo, facendolo passare sotto il cancello che separa i tifosi dall’area di sicurezza, dirigendolo, con la spinta del piede, verso due operatori (uno steward e un agente della Polizia Locale) in servizio allo stadio - fanno sapere dalla Questura - In merito, la deflagrazione del petardo provocava sia all’operatore che all’operatore di Polizia Locale che allo steward un forte mal di testa che perdurava sino a sera". Gli operatori della Digos, dopo aver visionato le telecamere di sicurezza, sono riusciti a risalire all'identità dell'autore, denunciandolo e avviando un procedimento amministrativo per l’emissione del provvedimento del Divieto di accesso ai luoghi ove si svolgono le manifestazioni sportive. Al termine dell’iter amministrativo, gli è stato notificato un provvedimento di inibizione della durata di cinque anni con obbligo di firma.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500