cerca

La conferenza

"Trovatemi una squadra giovane come la nostra seconda in classifica..."

Modesto: "Affrontare il Livorno senza assilli

Francesco Modesto

Francesco Modesto

“Il rammarico per aver perso contro una diretta concorrente c’era, si capiva, si percepiva. Però, poi, abbiamo analizzato la prestazione e abbiamo ricominciato a lavorare con l’intensità di sempre”: Francesco Modesto, in partenza per Livorno, punta con decisione alla sfida in terra toscana. Il tecnico sa che sarà una partita insidiosa e non lo nasconde: “Dovremo affrontare la partita senza assilli, con la giusta voglia di riprendere il percorso dove l’abbiamo interrotto, dopo 15 partite utili consecutive. Quella serie di risultati è un segno evidente della nostra crescita e una gratificazione per tutti: dalla società, ai giocatori, al sottoscritto”. Sui problemi societari che, da inizio stagione, condizionano l’altalena di risultati della squadra amaranto, il mister sottolinea: “L’anno in cui ero a Rende era successa la stessa cosa con il Matera. Purtroppo questi sono problemi che si ripetono ogni anno e sono un danno grande per tutti”.

La Pro è partita nel primo pomeriggio alla volta di Livorno al completo, con le uniche due eccezioni di Hristov, convocato con la Nazionale della Bulgaria, e Gatto squalificato. “Per noi questa partita è una trappola e lo sappiamo bene – ha detto ancora Modesto – le trappole, però, non le avremo solo noi, ma pure gli altri. Giocheremo 6 partite alla morte; è normale che ci sia pressione, ma vogliamo proseguire nel migliore dei modi il cammino fatto finora. Meritiamo di essere lì, ma dobbiamo continuare a giocare con spensieratezza, senza assilli. Perché questa è la forza dei giovani. Siamo una squadra giovane, è vero, e ogni tanto lo sento dire come se fosse un difetto. Ma trovatemi voi una rosa giovane come la nostra che sia seconda in classifica?”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500