cerca

Le pagelle dei bianchi

Pro Vercelli: Comi uomo ovunque

Per Masi, Iezzi e Della Morte prestazioni senza sbavature

Comi Gianmario

Gianmario Comi della Pro Vercelli, qui mentre realizza il rigore contro la Giana Erminio, è salito a quota 10 nella classifica dei cannonieri (foto Benedetto)

SARO: la sua imbattibilità termina dopo ben 704 minuti. Poco male… E’ più importante il suo salvataggio di piede in mischia negli ultimi istanti di gara. Fino ai minuti finali per lui era stata solo ordinaria amministrazione (6,5).

HRISTOV: puntuale nei suoi anticipi di testa e di piede, commette una sola sbavatura nel concitato finale di match (6,5).

MASI: una gara maiuscola. Comanda il reparto difensivo con grande personalità e sicurezza, spazza via senza fronzoli quando serve per evitare le insidie del terreno (7).

AURILETTO: ruvido quando occorre ma essenziale nei suoi interventi. Ammonito, salterà per squalifica la gara di mercoledì contro la Pergolettese (6,5).

GATTO: qualche buona iniziativa offensiva e qualche imprecisione in un match di sostanza. Un suo bel tiro destinato nell’angolino viene incocciato da Auriletto (6). CLEMENTE: entra con il compito di contenere. L’arbitro lo punisce ingiustamente per un fantomatico tocco di mano in area (6).

NIELSEN: mette ordine nella manovra della Pro dettando con lucidità i tempi di gioco. Si rende pericoloso con una conclusione nei primi minuti di gara (6,5). AWUA: entra subito in partita e si rende utile a spezzare con la sua vivacità le trame avversarie (6).

EMMANUELLO: la sua grande tecnica è penalizzata dal pessimo stato del terreno. Si gioca spesso sulle seconde palle e lui si adatta intelligentemente. Come sempre ci prova dalla distanza (6).

IEZZI: preciso in ogni suo intervento in fase difensiva, è suo il cross al bacio su cui Della Morte ottiene il rigore. La sua crescita continua (7).

DELLA MORTE: sguscia a Perico e si procura il rigore che sblocca il risultato. Con il il suo mancino educato pesca la testa di Comi per il raddoppio. E in più tanta corsa e molta tecnica (7). ROLANDO: (n.g.).

COMI: visto che è difficile fraseggiare su un campo di patate, la Pro sceglie di appoggiarsi a lui in tutte le manovre offensive. Di testa le prende tutte, gioca di sponda, fa salire la squadra, è glaciale sul penalty e raddoppia con un’incornata delle sue. Prestazione da incorniciare (7,5). COSTANTINO: si danna l’anima con la consueta grinta nei minuti finali (6).

ZERBIN: anche lui è penalizzato dal campo di gioco, ma anche oggi non mancano le sue brillanti accelerazioni. Dialoga bene con Comi (6,5). ROMAIRONE: non approfitta di una ghiotta ripartenza che avrebbe evitato le sofferenze del finale di gara (5,5).

2021 - Riproduzione riservata

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video