cerca

Istituto tecnico Cavour

Studenti diventano guide turistiche per i propri pari

Itinerari cadenzati da tappe esplicative in lingua straniera

Studenti diventano guide turistiche per i propri pari

Vercelli, why not? E se il turismo ripartisse con slancio anche dalla nostra deliziosa città? Vercelli, why not? E’ stato questo il filo conduttore del progetto che mercoledì 9 e giovedì 10 giugno ha visto le classi quarte del corso Turismo del Cavour vestire i panni di guide turistiche per i propri pari. Non guide virtuali. Non webinar a distanza. Un’attività di Pcto concreta e reale. Guidati nel progetto dalle insegnanti di lingue Maria Piera Omodei Zorini, Elena Corona e Bianca Filippone, i ragazzi hanno non solo immaginato la ripartenza delle attività di visita a Vercelli, ma le hanno progettate, preparate e realizzate. E così, con la gioia di essere di nuovo assieme in aula e all’aperto, gli esperti in erba hanno predisposto, da veri professionisti, due diversi itinerari attraverso le bellezze storiche e architettoniche cittadine. Itinerari cadenzati da tappe esplicative durante le quali a turno gli allievi hanno preso la parola e, ora in spagnolo, ora in francese o in inglese, hanno sciorinato caratteristiche e curiosità di quelle meraviglie che stanno a cuore di tutti i vercellesi e non solo.

Dalla classica partenza davanti a una mozzafiato Sant’Andrea, a un escursus gaudenziano a San Cristoforo, dal castello cittadino al Teatro Civico, e con un occhio al cielo azzurro da Piazza Cavour verso la rinata Torre dell’Angelo, passando per i musei (con la promessa di tornarci presto!) e per il ghetto con la sua sinagoga, la visita guidata di Vercelli è un prodotto turistico che si presenta da sé.

Certo questa è la stagione più propizia per vagare lungo i viali ombreggiati e le piazze incorniciate da bei portici e antichi edifici. E fare una gradevolissima, energetica pausa caffè presso uno dei molti locali che hanno arricchito di vivaci dehor gli spazi pubblici. Ma il vagare, si badi non senza meta, è un naufragare dolce in tanta bellezza e armonia per mesi prive di ammiratori. Allora, perché no? Perché non ripartire anche da qui e far conoscere questo patrimonio? Al Cavour è work in progress: il corso Turismo ci sta lavorando, le guide affinano la loro professionalità e chissà, con il ritorno “fra i banchi” a settembre...

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500