cerca

Scuola

Parità di genere: un video per 500 studenti vercellesi

Il video realizzato dal Nodo Antidiscriminazioni della Provincia

Nodo antidiscriminazioni

Le relatrici del video

"#parità di genere: è il momento di difenderla”. E’ questo il nome del video (guardalo qui) realizzato dal Nodo antidiscriminazioni fatto visionare a circa 500 studenti della Provincia di Vercelli in occasione dell’8 marzo.

Tre grandi testimonial per una “staffetta mediatica”: Maria Cristina Ceresa, direttore della testata giornalistica Green Planner, Lorena Di Galante presidente del Comitato pari opportunità dipartimento di P.S. e dirigente responsabile indagini giudiziarie della D.i.a e Paola Corna Pellegrini, amministratore delegato Ceo Allianz. “Ci tengo a precisare – afferma la referente del Nodo antidiscriminazioni Lella Bassignana - che l’iniziativa che abbiamo portato avanti in occasione delle celebrazioni dell’8 marzo vuole durare anche tutti gli altri giorni. Questo 'strano 2021' dove il mondo della scuola è in Dad, è più che mai importante stimolare il dialogo e il confronto tra studenti e docenti per combattere ogni forma di violenza e discriminazione acquisendo gli strumenti per superare gli stereotipi". La scuola, prosegue Bassignana, "è la 'fucina' delle nuove generazioni. Abbiamo realizzato una 'staffetta mediatica' dove il filo conduttore è la difficoltà incontrata nel rompere il 'soffitto di cristallo'. Ritengo che la violenza contro le donne sia un problema strutturale della società e che la sua radice risieda anche nelle discriminazioni di genere presenti in diversi ambiti della vita quotidiana di moltissime donne quindi, anche in ambito lavorativo – continua - Per questo ho chiesto a tre donne, che nel mondo del lavoro hanno raggiunto posti di vertice, di portare il loro contributo per dimostrare che è possibile sconfiggere i divari, ma non deve venire meno l’impegno per spingere un cambiamento sociale da parte delle nuove generazioni, scegliendo come modelli donne di oggi che hanno collaborato a creare una crepa nel muro della differenza di genere”, conclude Bassignana.

All’iniziativa hanno aderito gli Istituti superiori “Cavour”, Lagrangia”, “A. Avogadro”, “G. Ferraris”, “Lombardi” e le agenzie formative Coverforp e Ciofs. Il video è stato anche pubblicato sul sito della Provincia e su Green Planner, prima testata giornalistica cartacea e on line a utilizzare carta riciclata e inchiostri vegetali. “Il miglior modo per celebrare la Giornata della donna - continua il Presidente I° Commissione regionale Carlo Riva Vercellotti - è intervenire sui diritti alla salute delle donne. Ho proposto alla Commissione di immaginare una serie di azioni per sensibilizzare le giovani generazioni, a partire dalle adolescenti, per agevolare una diagnosi precoce dell’endometriosi, attività che la Provincia di Vercelli attraverso Il Nodo antidiscriminazioni da parecchio tempo promuove con la costituzione nel 2018 del 'Team per la prevenzione e l’informazione dell’endometriosi' sulla base Legge Regionale n. 10/2017".

“In un momento ancora delicato il pensiero va, anzitutto, alle donne – afferma il presidente della Provincia di Vercelli Eraldo Botta - e sono tante che si sono impegnate in questi mesi e continuano a farlo negli ospedali, nei presidi e nei laboratori della nostra Provincia per contrastare la diffusione del virus che ha così tanto condizionato le nostre vite nell'ultimo anno – continua - Da tanto tempo le donne, in tutto il mondo, sono protagoniste di importanti progressi sociali e culturali. In numerose occasioni e in diversi ambiti sono state motori e guida del cambiamento e del progresso. Una vittoria doppia, perché purtroppo è doppia la fatica che in passato le donne hanno subito per raggiungere i loro obiettivi. Come disse Rita Levi Montalcini: 'Le donne hanno sempre dovuto lottare doppiamente. Hanno sempre dovuto portare due pesi, quello privato e quello sociale. Le donne sono la colonna vertebrale delle società' ", conclude Botta.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video