cerca

I dati

Il Piemonte non ne esce: in "rosso" almeno fino al 19 aprile

Sono 337 i contagi settimanali ogni 100.000 abitanti

Zona rossa

I dati del monitoraggio sono arrivati e, come previsto, non sono per niente positivi. Nonostante il lieve miglioramento dell'indice del contagio e la timida frenata della curva epidemiologica, il Piemonte rimane ad avere una media di 337 contagi settimanali ogni 100.000 abitanti. Questo significa che, in base alle regole del protocollo, la regione rimarrà in zona rossa almeno fino al 19 aprile. Servono infatti due settimane con numeri da zona arancione per far sì che si possa concretizzare il passaggio nella fascia considerata medio rischio. 

Per la prima volta dopo cinque settimane, comunque, la regione ha visto migliorare alcuni suoi dati: l'Rt è tornato sotto la soglia di 1 e la percentuale di positività dei tamponi è calata dal 14,2% al 13,8%.Continua purtroppo a salire l'occupazione dei posti letto: le terapie intensive sono aumentate dal 55 al 59%, mentre i ricoveri dal 61% al 66%.

L'impossibilità di uscire dalla zona considerata a massimo rischio comporta il proseguimento delle chiusure di molte attività commerciali come negozi, parrucchieri, barbieri ed estetisti. A queste si aggiungono ovviamente anche bar, ristoranti, palestre e cinema che, salvo ripensamenti da parte del Governo, dovranno rimanere chiusi al pubblico per tutto il mese di aprile, vista la decisione dell'esecutivo di abolire in questo decreto la zona gialla.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video