cerca

Maltempo

Trino: sabato 24 assemblea per i danni al Bosco della Partecipanza

Della situazione si è discusso anche in Consiglio comunale

Bosco della Partecipanza di Trino

Un carpino sradicato nel Bosco della Partecipanza

Si svolgerà sabato prossimo, 24 luglio, dalle 16 nella sede sociale di via Vercelli 3, l’assemblea informativa della Partecipanza dei Boschi di Trino aperta ai soci partecipanti e a tutti i cittadini interessati.

Il primo conservatore Ivano Ferrarotti illustrerà la situazione nel Bosco a seguito dei danni subiti per via del tornado del 7 luglio scorso. Ferrarotti darà informazione sui danni causati dall’evento, parlerà delle attività di ripristino e di messa in sicurezza della viabilità, delle proposte per la gestione dell’annata silvana 2021-2022. Dei danni causati dal maltempo del 7 luglio se n’è parlato anche in Consiglio comunale in coda alla comunicazione del prelevamento di 1.000 euro dal fondo di riserva per interventi di protezione civile, ovvero il sorvolo con i droni per visionare la situazione degli edifici pubblici trinesi. Dei danni ha parlato l’assessore Alberto Mocca: "Dopo l’evento abbiamo provveduto subito al taglio dei rami più pericolosi e stiamo ora terminando di sistemare la situazione degli alberi abbattuti nella zona di San Michele. Con i droni abbiamo effettuato il sorvolo degli immobili pubblici della nostra città per le verifiche dei danni e abbiamo subito attivato l’assicurazione. La settimana prossima come Amministrazione comunale faremo un giro nel Bosco della Partecipanza col primo conservatore Ivano Ferrarotti ed entro fine agosto verrà in visita anche l’assessore regionale Carosso".

Sul tema è intervenuto il consigliere di minoranza Alessandro Portinaro: "Alla Partecipanza a memoria d’uomo non si registra un evento che abbia provocati danni così elevati. Speriamo che Carosso quando visiterà il Bosco venga a Trino con un impegno preciso e certo per sostenere la Partecipanza visti anche i ritardi di attuazione della convenzione". Il sindaco Daniele Pane ha aggiunto: "Tra gli edifici pubblici ci sono danni seri alle case popolari, specie a quelle di via Hermada. Lo Stato in questi anni ci ha rifilato la patata bollente della proprietà delle case popolari, ritengo in modo non corretto, e per la gestione che si sta facendo mi sono sfogato con un dirigente di Atc al quale ho detto che, guarda caso, l’edificio di via Hermada ha danni seri e proprio quello stabile riceve da Atc una scarsa manutenzione. Il nuovo direttivo si è insediato e la case popolari di Trino non erano nemmeno state messe nel piano triennale degli interventi. Ad Atc ho detto che se non ci considerano, ci comporteremo come tanti altri enti pubblici che non si interessano delle comunicazioni a loro. Pare però che ora qualcosa si smuova e che si possano fare degli interventi".

Pane ha parlato del Bosco: "Sabato dovrebbe venire in visita il consigliere regionale Angelo Dago per un primo sopralluogo, Carosso ha promesso di esserci entro fine agosto. Nell’anno e mezzo di attesa per la nomina del nuovo presidente dell’Ente Parco non è stato fatto nulla per la Partecipanza, ma ora col nuovo presidente si prova a risolvere la situazione facendo arrivare l’annualità del 2021 alla Partecipanza e provando a recuperare anche l’annualità 2020 e garantire pure gli anni futuri". Portinaro ha chiuso: "Il Comune di Trino con Atc è in regola per i pagamenti e negli anni scorsi avevamo recuperato una decina d’anni di arretrati. Ci vorrebbe da parte di Atc una risposta equivalente nei nostri confronti".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500