cerca

Borgosesia - lutto

Addio a Giovanna Magni: "Alla sua famiglia si deve il parco pubblico"

"Benefattrice, la sua famiglia aveva fondato la Manifattura Lane"

Borgosesia parco magni

La chiesetta all'interno di Parco Magni

Borgosesia: cordoglio per la morte della signora Giovanna Magni, esponente della famiglia fondatrice della Manifattura Lane, azienda che ha segnato la storia della città. "Alla generosità della famiglia Borgosesia deve il Parco pubblico più amato dai nostri cittadini, lo splendido Parco Magni", commenta Paolo Tiramani. 

Nelle parole del nipote, Simone Boccaletti, tutto l’affetto per una donna di grande personalità e umanità: "Era una nonna presente ed affettuosa, un punto di riferimento solido per la nostra famiglia – racconta – sia io che mio zio (il figlio Franco, ndr) viviamo a Milano, ma venivamo regolarmente a Borgosesia, un paio di volte alla settimana, per stare con lei. Negli ultimi mesi, purtroppo, una malattia incurabile aveva indebolito il suo fisico, ma la lucidità che l’ha sempre contraddistinta – continua – ha fatto sì che il suo tempo sia andato oltre le previsioni dei medici. Era amorevolmente assistita da una badante, nell’ultimo anno abbiamo tutti prestato la massima attenzione per preservarla dal rischio legato al Covid, e così lei ha vissuto serenamente fino alla scorsa settimana, quando l’età e le condizioni pregresse hanno determinato l’epilogo della sua lunga vita. Ma sono sereno nel ricordarla: è stata una donna eccezionale, umile, tranquilla, per me una seconda mamma".

Il Parco Magni, che si estende tra il Sesia e l’abitato di Borgosesia, appena al di là del ponte di Aranco un tempo era il giardino di pertinenza di villa Magni: "La nonna era molto felice del lavoro fatto dall'assessore Eleonora Guida e da questa amministrazione per il Parco, a cui lei era legatissima – racconta ancora Simone Boccaletti – così come apprezzava moltissimo il lavoro di Davide e Camilla, i gestori del bar e del parco stesso: tutta quest’area un tempo era parte dell’abitazione dove lei è cresciuta, e la chiesetta, ora ben restaurata, era stata teatro dei matrimoni di tanti membri della famiglia Magni. Oggi un alto muro separa la nostra abitazione dallo spazio pubblico, ma dalle finestre alla nonna piaceva guardare il parco, e la gente che vi passeggiava".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video