cerca

Parla il sindaco Pane

Trino è il Comune più "vaccinato" del Piemonte

Sono 16 le persone positive

Vaccino anti Covid

Inizia oggi, giovedì 29 aprile, la nuova quattro giorni trinese di campagna vaccinale al mercato coperto di piazza Comazzi. Intanto Trino risulta il Comune più vaccinato in tutto il Piemonte. Ma l’Amministrazione comunale è anche alle prese con l’abbellimento floreale della città, ieri ha ricordato le vittime dell’amianto, e questa sera ci sarà il Consiglio comunale.

La campagna vaccinale aperta alle aziende viene illustrata dal sindaco Daniele Pane: "Martedì la Regione Piemonte ha indetto una manifestazione d’interesse rivolta alle aziende che intendono vaccinare i propri lavoratori e noi mettiamo a disposizione delle aziende che ne faranno richiesta la sede vaccinale di piazza Comazzi nelle giornate in cui il centro non è utilizzato per la vaccinazione alla popolazione. Le aziende che vogliono utilizzare la struttura del mercato coperto nelle giornate di lunedì, martedì e mercoledì potranno farne richiesta al Comune di Trino e indicare l’ex mercato coperto nel modello da presentare alla Regione Piemonte".

La campagna vaccinale per la cittadinanza: "Oggi, giovedì, e domani, venerdì 30 aprile, la campagna proseguirà con i richiami per gli over 80 ma saranno effettuate anche delle prime dosi di vaccini a over 80 ed estremamente vulnerabili che sono stati "recuperati" da coloro che per svariati motivi non avevano potuto vaccinarsi nella data prevista –sottolinea Pane - Questa di oggi sarà anche una giornata di stress test in tutta il Piemonte per la campagna vaccinale per arrivare al massimo possibile delle somministrazioni in un solo giorno. Per sabato e domenica, 1 e 2 maggio, proseguiremo in base alle indicazioni dell’Asl Alessandria anche per quanto riguarda la fascia da 60 a 69 anni. In questi quattro giorni avremo anche qualche fiala in più per vaccinare i volontari ancora mancanti. Dall’Asl Alessandria ci sono arrivati i complimenti per l’organizzazione e ci fanno notare che siamo il Comune più vaccinato di tutto il Piemonte, grazie alla nostra disponibilità e capacità organizzativa del centro vaccinale".

L’aggiornamento dei dati: "Ho riesaminato i dati della campagna vaccinale aggiornandoli sugli effettivi attuali residenti a Trino e quindi la percentuale di vaccinati è più corretto calcolarla sui residenti e risulta maggiore. La media nazionale di persone vaccinate con la prima dose è il 21 per cento, la media regionale è del 23,41 per cento, a Trino abbiamo vaccinato il 28,71 per cento della popolazione residente con la prima dose, pari a 1.967 abitanti su 6.852 residenti. Se poi escludiamo gli under 16, per i quali sembra che non sia prevista la vaccinazione, siamo al 33,03 per cento di vaccinati con la prima dose, mentre i vaccinati con la seconda dose, compresi quelli che sono esentati dal farla, sono 786, pari all’11,47 per cento, ma se escludiamo gli under 16 la percentuale sale al 12,88 per cento". I positivi al Covid-19 alla giornata di mercoledì risultavano 16: "Il tasso è di 227,66 ogni 100.000 abitanti – spiega Pane - L’aumento a 16 persone è determinato da una famiglia risultata tutta positiva ma è una situazione circoscritta e attendiamo i tamponi di guarigione dei positivi più datati che potranno far scendere il numero totale degli attuali positivi".

Trino però non è solo campagna vaccinale e questa sera alle 19 ci sarà, in videoconferenza, la seduta del Consiglio comunale che sarà possibile seguire sui canali del Comune di Trino. L’ordine del giorno prevede l’adozione di due regolamenti: il primo è per l’istituzione e la disciplina del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, il secondo per il canone di concessione per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile, destinati ai mercati realizzati anche in strutture attrezzate. L’assessore Alberto Mocca illustra invece le novità sulla parte floreale: "Sono state posate martedì due "piramidi" costituite da due glicini azzurri e due gelsomini bianchi in Piazza Chauvigny, nell'area verde davanti alle scuole, e all'interno del parco dell' Aeronautica con due glicini, di cui uno bianco e uno azzurro, con i relativi gelsomini. E abbiamo iniziato anche con l'abbellimento floreale delle fioriere e delle aree verdi di interesse. Vogliamo rendere Trino e Robella oltre che ordinate e pulite anche fiorite. La mia richiesta ai concittadini è di collaborare mantenendo intatto quanto di bello viene fatto, così che non venga maltrattato".

La natura è collegata al ricordo delle vittime dell’amianto che ieri ha celebrato anche il Comune di Trino: "Il 28 gennaio 2005, durante il forum mondiale sull’amianto, è stato proposto il 28 aprile come data per celebrare la “Giornata Mondiale delle Vittime dell’Amianto” e cade nella stessa data della “Giornata Mondiale per la Sicurezza e Salute sul Lavoro”, ricordandoci quanto questo tema sia ampio e si sviluppi su più tematiche di salute, ambientali, ma anche economiche e di progresso –spiega il sindaco Daniele Pane - Trino, nell’unirsi al ricordo di tutti i cari concittadini e amici persi sul posto di lavoro, dal 2019 ospita una parte del “monumento vivente” chiamato “Vivaio Eternot”: il trinese dottor Ruggero Vigliaturo ha ricevuto il “Premio Vivaio Eternot”, il cosiddetto “albero dei fazzoletti”, la Davidia involucrata, che ha trovato dimora al Palazzo Paleologo. Ringraziamo Vigliaturo e raccogliamo anche il suo invito a non trattare la giornata del 28 aprile solo come uno sguardo al passato, ma di onorare le vittime dell’amianto con uno sguardo al futuro e con quanto si possa fare per le nuove generazioni".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video