cerca

Parla il sindaco Pane

Trino: i contagiati scendono a 39

Il primo cittadino ricorda il direttore Ipab Paolo Filippi

Municipio di Trino

Il palazzo municipale di Trino

Sono scesi a 39 i trinesi positivi al Covid-19. Continua il calo dopo un culmine di quasi sessanta positivi. Intanto il sindaco Daniele Pane ha fatto il punto della situazione di cosa è avvenuto in città. 

I contagi: "Grazie alla collaborazione con l’Osat e al lavoro del dottor Christian Salerno e dei suoi collaboratori, abbiamo un dato più puntuale dei positivi in città e della curva specifica. La scorsa settimana avevamo raggiunto una punta di quasi 60 positivi, a fine settimana eravamo scesi a 47 ed ora, con l’arrivo di alcuni tamponi di guarigione, siamo a quota 39. Restano però alcune situazioni complicate di nostri concittadini ricoverati in ospedale". La zona rossa: "Ci resteremo ancora queste due settimane. Il nuovo decreto in vigore dal 7 aprile spiega che fino al 30 aprile saranno abolite le zone bianche e gialle, ma dal 20 aprile sarà possibile per il Governo valutare alcune modifiche migliorative rispetto alle attuali restrizioni".

Le scuola: "Dal 7 aprile tornano a fare lezione in presenza asili, materne, elementari e fino alla prima media, mentre dalla seconda media in su restano in didattica a distanza". Le prenotazioni dei vaccini: "Da giovedì 8 aprile sarà possibile dare la propria preadesione al vaccino per la fascia compresa fra 60 e 69 anni, inclusi i nati nel 1961, e lo si potrà fare sul sito www.ilPiemontetivaccina.it". L’appello del sindaco: "Mi rivolgo ai miei colleghi sindaci, al presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, al presidente dell’Anci Piemonte Andrea Corsaro, e al Governo, affinché, terminate le vaccinazioni agli over 80, over 70, categorie fragili, visto che ora si aprono le prenotazioni per gli over 60, si possano individuare come categorie “fragili”, ma dal punto di vista economico, quelle dei commercianti, del turismo, dei servizi alla persona, molto colpite dalle chiusure e che ora si trovano in una condizione di fragilità economica. Dobbiamo vaccinarli al più presti per permettergli di riaprire in fretta e in sicurezza. Ho invitato il presidente Cirio a visitare il nostro centro vaccinale al mercato coperto, potrebbe arrivare in settimana, e gli ribadirò quanto ho detto".

La morte di Paolo Filippi: "L’ho conosciuto quando sono diventato sindaco, lui è il direttore della nostra Rsa. Abbiamo lavorato assieme molto bene, un uomo capace, preparato, uno che non si tirava mai indietro in nulla. Durante la pandemia i nostri contatti e la nostra conoscenza si sono, nel paradosso, ancora più rinsaldati. Siamo entrati in un livello di confidenza maggiore, quotidiano, di amicizia. Condividevamo, oltre le “grane” dell’Ipab due passioni: la politica e il Milan, due cose che ci hanno unito e che mi hanno permesso di conoscerlo meglio. Oltre che direttore della Rsa Sant’Antonio Abate di Trino, era presidente emerito della Provincia di Alessandria, aveva 58 anni. Paolo è stato un uomo d’altri tempi: grande senso del lavoro e delle istituzioni, e grazie alla sua grande esperienza ha gestito la nostra Rsa in un periodo difficilissimo come quello che stiamo vivendo, con capacità e dedizione unica, mettendo al primo posto la salute e l’incolumità degli ospiti e dei lavoratori, districandosi nella difficile situazione economica. Sarà complicato trovare una persona e un direttore alla sua altezza". Pane illustra poi gli altri argomenti, partendo dal verde pubblico: "Grazie al coordinamento dell’ufficio tecnico e dell’assessore Alberto Mocca, sono ripartiti in anticipo i tagli del verde tanto che sono state curate già 15 aree, ed ora si procederà con quelle dei cimiteri e delle scuole. Strettamente collegate sono le manutenzioni che sono puntuali grazie ai nostri cantonieri e al lavoro dei tre cantieristi di lavoro del bando vinto lo scorso anno e fortemente voluto dall’assessore Elisabetta Borgia".

Il tema rifiuti: "Troppo spesso notiamo ancora abbandoni nelle campagne ma pure lungo le vie cittadine vicino ai bidoni stradali dove capita molte volte di trovare borse dell’immondizia di casa. E’ un atto inspiegabile dal momento che la raccolta rifiuti avviene casa per casa. Faremo una sensibilizzazione mirata su questa problematica". I nuovi arredi: "L’assessore Mocca ha fatto installare diversi nuovi arredi in città che tutti potremo apprezzare quando avremo meno limitazioni. A breve, quando il vivaista avrà terminato il suo lavoro, ci sarà anche una grande fioriera in piazza Martiri della Libertà al posto di quelle due bianche attuali. Inoltre sono previste nuove piantumazioni e aree fiorite in giro per la città".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video