cerca

Pietrasanta (Quarona)

"Chiediamo urgente audizione al direttore generale dell'Asl"

Conferenza dei sindaci della Valsesia. Tanti i problemi

Pietrasanta Francesco

Francesco Pietrasanta, sindaco di Quarona

Il sindaco di Quarona Francesco Pietrasanta in veste di rappresentante della Valsesia nella Conferenza dei sindaci-Asl comunica che nella giornata di lunedì 22 febbraio si riunirà la Conferenza per affrontare alcune problematiche del territorio e ricevere aggiornamenti dalla direzione generale sulla situazione pandemica e vaccinazioni.

“La necessità di chiedere con urgenza un’audizione del direttore generale – afferma Pietrasanta – è emersa con la problematica del medico di base di Scopa che è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Da giugno 2020 il medico non si reca più nell’ambulatorio di paese mettendo in difficoltà cittadini e mutuati dei paesi di Scopa, Scopello, Piode, Pila, Rassa, Balmuccia, Boccioleto, Rossa, Alto Sermenza e Carcoforo. Questi sono obbligati a recarsi a Varallo per accedere allo studio del medico. Una situazione inaccettabile soprattutto per chi è anziano o sprovvisto di mezzi propri per spostarsi. Inoltre le indicazioni governative sull’emergenza Coronavirus sono chiare: bisogna spostarsi il meno possibile e questa condizione genera l’opposto. Chiediamo a gran voce una soluzione seria ed efficiente che non sia temporanea ma definitiva”. I sindaci dei comuni colpiti da questa carenza medica hanno invocato una petizione con raccolta firme. “Noi vogliamo collaborare per trovare la soluzione ottimale – prosegue il sindaco di Quarona -. Se però non avremo lo stesso spirito dall’altra parte non escluderemo proteste. Sulla salute dei cittadini e sulla loro assistenza non si scherza. Da troppo tempo si lavora alla giornata senza avere un piano strategico a lunga scadenza. Proponiamo di instaurare un medico dipendente dell’Asl per le aree carenti oppure trovare un accordo con l’Ordine affinché si vincolino i medici liberi professionisti a tutelare aree precise”.

L’incontro di lunedì avrà all’ordine del giorno altre problematiche che assillano il territorio valsesiano:

- Sportello ISI: gli stranieri che necessitano la gestione delle procedure burocratiche devono recarsi a Vercelli e non possono sbrigare tali adempimenti on line;

- Disabili: la gestione burocratica della protesica per disabili e il rinnovo patente disabili possono essere gestite solo nella struttura di Vercelli, neanche on line;

- Ambulatorio di medicina del dolore: risulta bloccato da Ottobre 2020;

- Visite di controllo per diabetici: rinviate di un anno;

- Medici di base: disorganizzazione programmatica e ritardi nel ‘turnover’ degli specialisti collocati in pensione o trasferiti in altra sede. Serve una strategia seria (es. Alta Valle e Dott. Amadori a Borgosesia);

- Nomina del Direttore Amministrativo: in qualità di sindaco e rappresentante dei sindaci nella Conferenza dei Sindaci, chiedo di conoscere i criteri e le motivazioni che hanno portato alla scelta dell’attuale Responsabile;

- Definizione dipartimenti e Distretto Valsesia;

- Programmazione futura per pensionamenti e scelte organigrammi Asl;

- Terapia intensiva dell’Ospedale di Borgosesia (8 respiratori donati e mai attivati);

- Situazione del Servizio Oncologico;

- Servizio Urp: presenza di un solo dipendente che garantisce il servizio a giorni alterni.

“La pandemia – conclude Pietrasanta – non può essere usata come scusa di malfunzionamenti del sistema sanitario. Queste problematiche vanno affrontate con serietà, determinazione e coraggio altrimenti arriveremo al punto di non ritorno. Il territorio, i sindaci, il deputato Tiramani, il consigliere regionale Dago, tutta la politica è unita in questa battaglia. Difficilmente ci fermeremo alle sole promesse, vogliamo i fatti”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500