cerca

Atto di inciviltà

Trino: sacchi di rifiuti davanti al campo sportivo

Il fatto è stato denunciato ai carabinieri

Rifiuti campo sportivo Trino

I rifiuti davanti all'ingresso del campo sportivo

"L’ingresso del campo sportivo non è una discarica".

Lo ha scritto Antonio Ferrarotti, dirigente della LG Trino, che sabato si è ritrovato di fronte a una serie di sacchi, plastica, rifiuti di vario genere, bellamente gettati oltre il cancello d’ingresso del campo sportivo “Roberto Picco”, quello piccolo di fianco all’ingresso della palestra e dello “scatulon”, l’edificio principale della struttura.

Ferrarotti ha provveduto ad informare i carabinieri dell’accaduto per capire se c’è la possibilità di risalire all’autore, o agli autori, di questo atto vergognoso. Appena fuori dal campo sportivo si trova una telecamera di videosorveglianza del Comune di Trino: la speranza è che possa essere utile ad individuare chi ha compiuto questo gesto.

"Di noi dirigenti nessuno passava da una settimana al campo sportivo e ieri mi sono ritrovato di fronte a questa serie di rifiuti gettati come se fosse una discarica – spiega Ferrarotti - E’ inconcepibile. Ho informato i carabinieri dell’accaduto con la speranza di trovare il colpevole".

Se gli impianti sportivi e lo sport sono fermi per via dell’emergenza coronavirus, purtroppo l’ignoranza e la mancanza assoluta di senso civico di certi individui purtroppo non si ferma mai. E dire che il servizio rifiuti c’è, funziona pure il Cerd, ma rimane sempre chi preferisce gettare dove non si deve i propri rifiuti. Forse con l’errata convinzione di pagare meno in bolletta. Anzi, come ribadito più volte dall’assessore Alberto Mocca, in questo modo si fanno solo lievitare i costi perché si devono svolgere interventi aggiuntivi non compresi nel servizio. Un danno alla comunità e anche agli stessi autori di questi gesti che, credendosi furbi, creano comunque un danno anche a se stessi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500