cerca

Parola ai lettori

"Mio padre ha 97 anni e non è stato ancora vaccinato"

La segnalazione di Luca Pedrale

Vaccinazioni over 80

Gentile direttore,

                        parlo come semplice cittadino e anche per altre famiglie che hanno lo stesso problema. Mio padre, che vive nella sua abitazione a Crescentino, compirà 97 anni il prossimo 1° giugno ed è assistito da badanti. Purtroppo da circa tre anni non è più autosufficiente, è bloccato sulla carrozzina, è diventato diabetico ed insulinodipendente, vede anche poco. Correttamente il suo medico di famiglia due mesi fa lo ha inserito nella lista degli ultra ottantenni da vaccinare a domicilio dell’ Asl To4 Chivasso-Ivrea. Nel frattempo sono iniziate le vaccinazioni per gli ultra ottantenni del Centro vaccinale di Crescentino e mi dicono che è stato fatto un buon lavoro. In precedenza erano stati vaccinati anche gli ultraottantenni nelle due case di riposo cittadine. Ho chiesto diverse volte al medico di famiglia e agli amministratori comunali quando iniziavano le vaccinazioni a domicilio. Sono stati gentili ma non sanno dirmi nulla di preciso perché pare che l’Asl non abbia ancora detto niente di ufficiale. Gira voce che nel Centro vaccinale sia finita la vaccinazione per la prima dose. Sono preoccupato di questo ritardo, considerate l’età di mio padre e le sue patologie da soggetto sicuramente fragile. Chiedo alle autorità competenti e all’Asl di comunicare quando partirà la vaccinazione a domicilio. Non è un problema solo di mio padre ma di tanti anziani nel territorio dell’Asl.

Luca Pedrale

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500