cerca

Parola ai lettori

"Franco Manachino, un Alpino vero"

Il ricordo degli amici della sezione "Don Secondo Pollo"

Franco Manachino

Franco Manachino

Franco Manachino, Alpino, ex sindaco di Rive, che oltre a lasciare un gran vuoto tra i suoi familiari, manca, e mancherà sempre, ai suoi “fratelli” Alpini.

Causa le nuove disposizioni di contrasto alla pandemia da Covid-19, tantissimi Alpini, amici ed aggregati del gruppo don Secondo di Vercelli, guidato da Flavio Negro, che ricopre anche il ruolo di  Vice Presidente vicario della Sezione Vercellese dell’Ana, non potranno essere presenti alla messa di trigesima e vogliono, con queste righe, ricordare il percorso di vita percorso insieme a  Franco. Franco era, innanzi tutto, una persona per bene, e i lunghi anni al servizio della comunità di Rive, lo hanno indubbiamente dimostrato. Come Alpino, iscritto da anni al Gruppo Don Secondo Pollo, della sezione vercellese dell’Associazione Nazionale Alpini, ha dimostrato con i fatti il suo vivere il motto dell’associazione “Per non dimenticare” declinandolo nel “Ricordare i morti aiutando i vivi”. Nel ricordo di coloro che, di volta in volta, “andavano avanti”. Franco era sempre presente alle manifestazioni, non solo sezionali, ma anche di sezioni sparse in tutta Italia, dal “Pellegrinaggio sull’Adamello”, estremo fronte occidentale del fronte Italo – Austriaco durante la Prima Guerra mondiale, alle varie gite organizzate dal gruppo Don Pollo nei luoghi “sacri” alle penne nere, dal Grappa al Piave, piuttosto che da Redipuglia ad Aquileia.

Nell’aiuto ai vivi il suo sorriso era sempre presente ad illuminare tutte le iniziative che, sia il gruppo Don Pollo, sia gli altri gruppi sezionali, proponevano. Non mancava mai alla “Colletta Alimentare” e più volte si impegnò a favore dei più deboli, anche con sostegno economico diretto a favore dei più bisognosi. Per anni ha prestato il suo servizio nel “gruppo cucina” della Protezione Civile sezionale partecipando alle missioni in Abruzzo, dopo il tragico sisma del 2009, e in Emilia, a Finale Emilia, nel 2012. Per riuscire ad essere sempre all’altezza delle situazioni in cui doveva essere impegnato partecipava, con l’entusiasmo di un “bocia”, ma con l’esperienza, e la saggezza da “vecio” alle varie esercitazioni della Protezione Civile. Ma è nell’essere amico verso gli altri che Franco ha testimoniato quotidianamente la sua “Alpinità”. Con altri “Amici Alpini” del Don Pollo, tra i quali un ruolo preminente era quello di Beppe Tartaglino e di Mario Sabarino, storico cuoco sia del gruppo di Prarolo, sia della Protezione Civile sezionale, avevano creato dal nulla il “Gruppo Adunata”. Qualsiasi Alpino, soprattutto se vercellese, fosse arrivato nelle città, sedi delle varie Adunate Nazionali, senza un posto da dormire, o, ancor più semplicemente, avesse voluto condividere un “rancio”, nello spazio creato da questi “magnifici tre”, trovava sempre ospitalità. Un’ospitalità che non era cortesia formale, ma condivisione, calore umano e simpatia che facevano sentire ogni Alpino come fosse a casa sua.

Adesso è Franco ad essere “andato avanti” lasciano un vuoto nella vita sociale, sia di Rive, sia nel gruppo Don Secondo Pollo, e nella sezione tutta, dove era vivissima la sua devozione verso il sacerdote vercellese don Secondo Pollo, primo Alpino elevato agli onori degli altari, e queste poche righe vogliono essere non solo un suo ricordo, ma, anche un ringraziamento alla sua famiglia per aver permesso a noi di condividere con lui tanti passi della nostra, e della loro, vita e, in ultimo, ma non per ultimo come importanza, l’augurio al piccolo Edoardo, nipote per cui nutriva uno speciale affetto, di seguire le orme del nonno. Sono passi chiari e sicuri sugli impervi sentieri della vita che Franco ha tracciato per lui, e per tutti noi, camminando sempre a testa alta con lo sguardo rivolto alle grandi cime, portando sulle spalle il suo zaino e quello di coloro che, da soli, non riuscivano a farlo.

                            Alpini, Amici degli Alpini ed aggregati del gruppo "Don Secondo Pollo" di Vercelli

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500