cerca

Vaccinazione volontari

"L'Asl faccia chiarezza sull'emporio solidale"

L'intervento del segretario della Lega Gian Carlo Locarni

Emporio della solidarietà

In merito alla querelle sollevata dal direttore dell’emporio solidale, onde evitare spiacevoli equivoci tra gruppi di volontari a cui va riconosciuta un’abnegazione di non poco conto, sarebbe opportuno che il direttore generale dell’Asl di Vercelli facesse chiarezza su quanto richiesto dal responsabile stesso, ovvero se tali volontari rientrano o meno nel calendario di priorità che deve essere seguito, ben sapendo che la scelta dell'emporio di chiudere è appunto una scelta e non un obbligo. 

Ricordo altresì che sono tante le categorie di servizi essenziali che ancora devono essere vaccinate e che, come i volontari dell’emporio solidale, hanno sempre lavorato anche nei momenti peggiori. Ci sono anche tutti i dipendenti della piccola e media distribuzione alimentare, gli artigiani e i commercianti che nel frattempo aspettano il loro turno svolgendo il proprio lavoro e tante altre categorie che rimangono a contatto con i cittadini ogni giorno. Riteniamo opportuno che il dott. Penna chiarisca alla cittadinanza chi ha diritto al vaccino, e soprattutto con quale celerità, in modo tale che non si inneschino polemiche inutili. 

In un momento pandemico come quello attuale, un punto fondamentale rimane la chiarezza per tutti. Non ci si può permettere coni d’ombra informativi, immotivati o meno, proprio al fine di evitare inutili e dannosi dubbi che avrebbero soltanto il demerito di minare quello per cui l’Italia è riconosciuta come un’eccellenza nel mondo, ovvero il volontariato. 

Gian Carlo Locarni - Segretario cittadino Lega Salvini

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video