cerca

La novità

Dal 1° luglio sarà attivo il Green pass Ue: come funziona

Tutte le possibilità per poter tornare a viaggiare

Quarantena e tampone anche per chi rientra da Paesi Ue"

L'ultimo via libera è arrivato ieri sera. Il Parlamento europeo, per la prima volta da più di un anno riunito a Strasburgo, ha votato a favore dell'introduzione del Green pass europeo. Il certificato in formato digitale che consentirà a tutti gli europei di tornare a viaggiare liberamente, senza quarantene o restrizioni, tra i Paesi dell'Unione.  Questo programma entrerà concretamente in funzione dal primo luglio. Da qui a quella data, infatti, tutti i governi dell'Unione dovranno adeguare i propri sistemi informatici e i propri uffici per distribuire il "certificato verde" e renderlo in grado di essere letto dalla "piattaforma" tecnologica predisposta da Bruxelles.

Il certificato sarà rilasciato gratuitamente dalle autorità nazionali (l’ente che vaccina, l’ospedale dove si è stati curati o il laboratorio che ha effettuato il tampone) e sarà disponibile in formato digitale o cartaceo con un codice QR. Il documento attesterà che una persona è stata vaccinata contro il Covid o ha effettuato un test recente con esito negativo o che è guarita dall’infezione. In pratica, si tratta di tre certificati distinti. Un quadro comune dell’Ue renderà i certificati compatibili e verificabili in tutta l’Unione europea, oltre a prevenire frodi e falsificazioni. I primi ad aver diritto al certificato digitale Covid sono senza dubbio i vaccinati. Dopo quattordici giorni dall'iniezione che immunizza, il pass - secondo le linee guida della Commissione che possono però essere corrette dai singoli Paesi - durerà nove mesi. La seconda categoria riguarda i guariti dal Covid. Per loro la "libertà" sarà di sei mesi. E infine chi ha eseguito un tampone: ma il pass in questo caso durerà 48 ore. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video