cerca

L'evoluzione

Il 14 maggio la data cruciale per il posticipo del coprifuoco

I dati dovranno essere in miglioramento per tre monitoraggi

Coprifuoco

La data chiave per l'allentamento del coprifuoco è stata fissata: sarà il 14 maggio. Quel giorno, infatti, sarà chiaro se le riaperture di bar e ristoranti all’aperto e dei luoghi dello spettacolo abbiano influito sull’andamento dei contagi e soprattutto sulla tenuta delle strutture sanitarie. Serviranno quindi almeno due monitoraggi con la curva epidemiologica in discesa e il terzo che conferma l’abbassamento dell’indice di contagiosità . È questa la condizione per allungare almeno alle 23 l’orariodi rientro a casa: questo il  compromesso raggiunto dal Governo per modificare il decreto entrato in vigore il 26 aprile.

Il primo monitoraggio per valutare la situazione è quello di domani, venerdì 30 aprile,  anche se si tratta di dati antecedenti all’entrata in vigore del nuovo decreto, riferendosi alla settimana precedente. Davvero indicativo sarà invece il bollettino del 7 maggio, a 15 giorni dall’entrata in vigore del decreto che ha riportato il 70% degli studenti in presenza, con un maggior affollamento sui mezzi pubblici e soprattutto una circolazione dei cittadini nelle regioni gialle che dalle 5 alle 22 non prevede alcuna limitazione. E terrà conto del fine settimana del 1° maggio durante il quale sarà inevitabile un affollamento nelle località di mare e di vacanza, così come nei ristoranti e nei bar, sia pur esclusivamente all’aperto. La decisione finale verrà quindi poi presa il 14 maggio in relazione a tutti questi dati: se la curva dovesse essere in miglioramento, allora ci sarà il ritocco del coprifuoco alle 23 a partire da lunedì 17 maggio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video