cerca

La dichiarazione

Draghi contrario alla Superlega: "Preservare meritocrazia e campionati nazionali"

Il premier sulla nuova competizione: "Il Governo con la Uefa"

Mario Draghi

"Il Governo segue con attenzione il dibattito intorno progetto della Superlega calcio e sostiene con determinazione le posizioni delle autorità calcistiche italiane ed europee per preservare le competizioni nazionali, i valori meritocratici e la funzione sociale dello sport". Così il presidente del Consiglio Mario Draghi, con una nota è intervenuto sulla creazione, da parte di 12 club di calcio, tra cui le tre italiane Juventus, Milan e Inter, della Superlega, prendendone le distanze.

Le dichiarazioni del premier arrivano dopo la presa di posizione di altri leader politici come Emmanuel Macron e Boris Johnson, oltre al segretario del Pd Enrico Letta che su Twitter ha scritto: ""In Europa il modello Nba non può funzionare. Nel calcio e nello sport la forza sta nella diffusione, non nella concentrazione. E nelle belle storie tipo Atalanta, Ajax, Leicester". Il segretario dem aveva chiesto anche l'intervento dell'esecutivo: "Tutte le istanze europee devono intervenire, compreso il Governo italiano, basti vedere quanto spazio occupa sui media. Questa vicenda può impoverire il nostro Paese".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video