cerca

La tensione

Bombe carta e scontri alla manifestazione a Roma contro le chiusure

Decine di persone identificate

Scontri io apro

Gli scontri a Roma durante la manifestazione "Io apro"

Tensione in piazza San Silvestro a Roma per la manifestazione non autorizzata dalla questura di Roma "IoApro". Circa 500 persone del settore delle palestre e della ristorazione, giunte da tutta Italia, stanno protestando contro le chiusure. Oltre ai manifestanti sono presenti esponenti di Casapound. Si sono verificati lanci di oggetti, scontri e bombe carta  contro le forze dell'ordine schierate in tenuta antisommossa.

I manifestanti, alcuni con le manette, e le mani alzate chiedono di andare verso Montecitorio, ma le misure di sicurezza sono alte: blindati e idranti sono posizionati in varie aree, mentre le strade attorno a Montecitorio sono state transennate. La manifestazione non è stata autorizzata dalla questura di Roma: "Ci stanno negando il diritto di protestare - ha detto un ristoratore - Il nostro obiettivo è quello di farci sentire e far valere il nostro diritto di lavorare, senza alzare un dito e senza alcun tipo di violenza". Oltre ai lavoratori, però, si sono aggiunte anche frange di estremisti e si è generato il caos.

Tredici persone dirette al sit-in organizzato da "IoApro" sono state bloccate dalle forze dell'ordine alla Stazione Termini e identificate. Stessa sorte a un gruppo di 39 persone che arrivava a Roma a bordo di un pullman. 

Bandiere tricolori, striscioni contro il Governo sono stati esposti dai manifestanti che hanno inneggiato anche cori come "libertà, libertà" e "riaperture subito".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video