cerca

La valutazione

AstraZeneca ancora nel caos: possibile stop agli under 60

Il Governo in attesa del pronunciamento dell'Ema

AstraZeneca

Il vaccino AstraZeneca va verso un altro stop, almeno per una certa fascia d'età. L'Italia sembra quindi orientata a seguire il percorso intrapreso da alcuni Paesi: Germania, Francia, Canada, Norvegia, Olanda e Danimarca hanno deciso di destinarlo esclusivamente agli over 60. Il Governo rimane in attesa del pronunciamento dell'Ema che potrebbe appunto limitare la vaccinazione con il siero anglo-svedese esclusivamente alle persone più anziane. Ma anche qualora non dovesse esserci nessun tipo di restrizione dell'Ema, l'Aifa (l'Agenzia del farmaco italiana) potrebbe prendere la decisione in autonomia come negli altri Stati. 

Sarebbe un cambio rilevante nel piano vaccinale, che ieri, martedì 6 aprile, ha aggiunto un importante step con la firma del protocollo per le somministrazioni sui luoghi di lavoro. Vaccinare con AstraZeneca gli over 65 sarebbe l’esatto opposto dello schema di partenza di alcuni mesi fa, quando AstraZeneca era riservato ai meno anziani. In teoria il problema non si porrà nell’immediato, perché per il momento le Regioni non sono ancora arrivate ai sessantacinquenni.

Ma esiste un’eccezione importante da affrontare già nelle prossime ore. Riguarda i richiami AstraZeneca per il personale scolastico e le forze armate. In tutto, circa un milione e trecentomila persone. Le seconde dosi per queste categorie inizieranno a essere somministrate a maggio. Servirà un pronunciamento dell’Aifa, ma è possibile che chi ha ricevuto la prima iniezione senza reazioni avverse potrà sottoporsi anche al richiamo.

Certo, il nuovo stop al vaccino anglo-svedese costringerebbe le Regioni a sconvolgere ancora una volta la loro agenda delle prenotazioni. Ma non è questo a preoccupare il ministro Speranza e i suoi, perché per immunizzare i più giovani le dosi di Moderna e Pfizer ci sono. Il problema semmai è l’effetto che l’ennesima giravolta potrà avere tra la popolazione, dove la diffidenza nei confronti del vaccino di Oxford sembra montare. A ieri il 46% delle dosi di AstraZeneca risultava attendere in frigo persone favorevoli di farsi iniettare il siero.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500