cerca

La diretta 1

"Dopo Pasqua riaprono ovunque le scuole fino alla prima media"

L'annuncio del premier Mario Draghi

Mario Draghi

Asili nidi, elementari e prima media aperte anche in zona rossa dopo Pasqua. E' questa la decisione che la cabina di regia presieduta dal premier Mario Draghi ha preso in vista del nuovo decreto sulle misure anti-Covid. "Il ministro dell’Istruzione Bianchi - ha spiegato durante la conferenza stampa da Palazzo Chigi il presidente del Consiglio - sta lavorando affinché la riapertura avvenga in modo ordinato e in alcuni casi sarà possibile effettuare alcuni test. Parlare di azione estensiva e globale è però un’esagerazione". Viene così smentito che il rientro in aula sarà condizionato all’effettuazione di test di massa settimanali sugli studenti e i docenti. Draghi, inoltre, ha evidenziato che l’allentamento delle restrizioni per gli alunni è possibile grazie ad alcuni segnali incoraggianti arrivati dalla cabina di regia, i numeri sulle curve in sostanza, che hanno mostrato un calo del tasso di contagio, ma anche per le evidenze scientifiche che mostrano come la scuola primaria non sia di per sé una fonte di contagio: "La scuola – ha precisato – è un punto di contagio limitato solo in presenza di altre restrizioni. Ciò che è fonte di contagio è tutto ciò che avviene attorno alla scuola, quindi più si alza l'attività scolastica più aumentano le possibilità di contagio". 

"Abbiamo deciso di spendere questo piccolo tesoretto di cui disponiamo — ha aggiunto il ministro della Salute, Roberto Speranza — per riaprire la scuola, per l’importante funzione sociale che ricopre"

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500