cerca

Le indiscrezioni

La zona gialla si allontana: ipotesi stop fino a maggio

Il Cts è contrario alla riapertura delle attività

Il nuovo Dpcm fino a Pasqua: un mese tra divieti e aperture

Si allontana il ritorno della zona gialla dopo le feste pasquali. Troppo alto il numero dei contagi, così come quello delle vittime e soprattutto delle persone in terapia intensiva: la decisione verrà presa nei prossimi giorni, ma il Comitato tecnico scientifico è contrario al ritorno delle regioni nella fascia a più basso rischio. Verrà inoltre prolungato lo stato di emergenza almeno fino a giugno, quando l'inoculazione dei vaccini dovrà essere a regime. L’opzione di un arancione nazionale come base minima per l’intero territorio è un’ipotesi sul tavolo. Nel Governo si va verso l'ennesima spaccatura tra "rigoristi" e "aperturisti": Pd, Cinquestelle e il ministro alla Salute Roberto Speranza vorrebbero portare avanti il blocco del giallo fino all’inizio di maggio, mentre la Lega e Forza Italia sarebbe per reintrodurre quel colore il prima possibile. 

Tutto dipenderà dalla curva dei contagi che, pur essendo in lieve miglioramento, non è buona. Nel caso ci dovesse essere un'inversione di tendenza allora si potrà pensare al ritorno del "giallo" anticipatamente, altrimenti ci sarà da aspettare. Per questo l’ipotesi più probabile è che si fissi un calendario condizionato all’andamento della curva epidemiologica fino al 3 maggio, ma sarà molto difficile poter riaprire bar e ristoranti. Oltre al tema scuole, pronte a ripartire in presenza almeno fino alla prima media dopo Pasqua, si sta valutando di poter garantire l'apertura ai parrucchieri anche nella fascia considerata a massimo rischio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video