cerca

Alta Valle Susa

Residenze fittizie per non pagare l'Imu, evaso 1 milione di euro

Già recuperati metà dei soldi, saranno destinati a finalità sociali

Guardia di finanza

La Guardia di Finanza Torino ha accertato un'evasione dell'Imu per quasi 1 milione di euro a danno dei comuni dell’alta Val di Susa. Sono già stati recuperati 550 mila euro, che saranno destinati a finalità sociali.

I comuni interessati sono Bardonecchia, Oulx, Sauze d’Oulx, Cesana Torinese, Sauze di Cesana, Sestriere, Claviere e Pragelato. Numerosi cittadini hanno dichiarato di risiedere in queste località turistiche ma soggiornavano abitualmente con la propria famiglia e lavoravano in altri comuni piemontesi, lombardi e liguri, allo scopo di non corrispondere l’Imu agli enti competenti.

Le indagini hanno consentito di verificare che 160 cittadini avevano dichiarato di risiedere presso un comune dell’alta Val di Susa, ancorché vivessero abitualmente in un comune diverso, all’evidente fine di non corrispondere l’IMU e le altre imposte dovute, connesse alla prima casa.

È stato così accertato l’omesso versamento dell’IMU e l’indebito beneficio dell’aliquota agevolata I.V.A. ovvero dell’imposta di registro per un ammontare complessivo di oltre 800 mila euro.

Ad oggi, gli enti locali hanno incassato oltre 550 mila euro che potranno essere destinati per iniziative in favore di tutta la comunità territoriale interessata la quale, in questo periodo di grave contingenza, versa in uno stato economico di particolare e gravosa indigenza.

Il denaro versato nelle casse pubbliche, che per i comuni interessati rappresenta una delle principali risorse finanziarie, potrà, altresì incentivare la realizzazione di opere socialmente utili e evitare un aumento delle aliquote Imu.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500