cerca

Aveva 87 anni

La Vercelli sportiva piange Reggiani

Ex lottatore e lanciatore. Ha allenato tantissimi ragazzi. Icona del campo Coni

Reggiani Renzo

Renzo Reggiani, primo da sinistra, durante la festa per il titolo italiano conquistato da Lucia Prinetti

La Vercelli sportiva piange Renzo Reggiani. E' morto a 87 anni nella mattina di giovedì 22 aprile vittima di una malattia che negli ultimi mesi ha preso il sopravvento su una persona dotata di un fisico eccezionale. Ha gareggiato infatti nella categoria Master di atletica leggera ben oltre gli 80 anni. Ha praticato una serie infinita di sport. E' stato un eccellente lottatore della Pro Vercelli. Ha giocato anche a calcio nelle file delle bianche casacche e si è dato all'atletica con grande passione. Era un ottimo lanciatore (martello e disco le sue specialità). Reggiani ha scoperto molti talenti. L'ultima in ordine di tempo è stata Lucia Prinetti Anzalapaya, la martellista adesso tesserata per il gruppo sportivo delle Fiamme Gialle che Renzo con il figlio Giorgio aveva seguito ai tempi della Pgs Decathlon. La ragazza ha vinto numerosi titoli italiani giovanili e si sta affermando a livello internazionale.

Reggiani è stato un'autentica icona del campo Coni "Atleti Azzurri d'Italia". Lo si poteva trovare sempre nell'impianto di via Donizetti. Durante la vita lavorativa è stato capocantiere di varie imprese edili. Apparteneva al corpo dei paracadutisti sabotatori.

"Papà - dice il figlio Giorgio - aveva una volontà di ferro. Gli piacevano le sfide ed era uno che non mollava mai. Ha avuto una vita intensa e piena di soddisfazioni. Ci mancherà tanto".

2021 - Riproduzione riservata

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video