cerca

Le pagelle dei bianchi

Immenso il portiere Saro

Auriletto in difficoltà su Mustacchio. Zerbin in ombra

Saro Gianluca

Il portiere della Pro Vercelli Gianluca Saro è stato strepitoso (foto Benedetto)

SARO: strepitoso per come ipnotizza Eusepi sia nel tiro dagli undici metri che sulla ribattuta. Come contro il Como salva la propria squadra in almeno 3-4 circostanze. Domanda: come mai, da una decina di anni a questa parte, tanti portieri quando arrivano alla Pro fanno poi il salto di qualità? Noi, sommessamente, un’idea ce l’avremmo… (9).

HRISTOV: Arrighini è stato tra i pochissimi attaccanti (l’unico, forse) che quest’anno gli ha creato difficoltà (5,5)

MASI: dura prenderla di testa con uno della stazza di Eusepi, però ha il merito di tenere compatta la retroguardia in una serata difficile (6).

AURILETTO: non ha demeriti particolari, semplicemente Mustacchio rispetto a lui ha un altro passo (5). CLEMENTE: spinge con decisione sulla destra e contribuisce a cambiare volto alla Pro (6,5).

IEZZI: stai a vedere che finisce il campionato da terzo di difesa? Primo tempo opaco, nella ripresa se la cava bene tra i tre dietro confermando di avere capacità di lettura delle situazioni di gioco e senso della posizione (6).

NIELSEN: sfortunato in occasione dell'autogol, soffre un po' l'intensità del centrocampo dei grigi (5,5). EMMANUELLO: prova a mettere ordine alla manovra e cerca qualche conclusione delle sue (6).

AWUA: anche lui si perde nel primo tempo. Determinato e incisivo nella ripresa (6,5).

GATTO: meglio nella ripresa anche per la qualità del lavoro che propone (6,5).

ROLANDO: comincia bene, proponendosi con caparbietà sulla destra. Questa volta, però, gli manca il guizzo (6). COMI: entra, prova a far la guerra, ma non basta (6).

COSTANTINO: sponde, sportellate e tanto fisico per cercare di far salire la squadra. E’ caparbio e tenace, ma si trova quasi sempre spalle alla porta (6).

ZERBIN: ha tutte le qualità tecniche che servono per fare il salto di categoria. Per fare il salto di qualità, però, occorre incidere in partite come questa (5,5). DELLA MORTE: mezz’ora abbondante quasi da trequartista, appena dietro Comi e Costantino. Ha un buon impatto sul match e, proprio alla fine, Pisseri gli nega il pari sventando una sua bella punizione (6,5).

2021 - Riproduzione riservata

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video