cerca

Il progetto

Polioli Bioenergy: siete favorevoli all'impianto di biogas?

L'azienda: "Progetto all'avanguardia". I detrattori: "Rischio emissioni nocive"

Polioli

Il progetto Polioli

No

Con il progetto Enerver, Polioli Bioenergy vorrebbe costruire un impianto per la produzione di compost e di biometano attraverso il trattamento di frazione organica e residui agroalimentari. Il sito verrebbe realizzato in via Ettore Ara, nella zona industriale di Vercelli, su una superficie di 60.000 metri quadrati. La cosiddetta Forsu (frazione organica del rifiuto solido urbano) arriverebbe nello stabilimento da altri centri del Piemonte, ma anche da Liguria, Emilia Romagna e Toscana, a una distanza media dal capoluogo di circa 89 chilometri. Il materiale di rifiuto umido (scarti alimentari e altri rifiuti organici biodegradabili)  trattato annualmente sarebbe di 105.000 tonnellate. L'azienda ha già fornito alla Provincia di Vercelli, ente cui spetterà la decisione finale sul progetto in sede di Conferenza dei servizi, le informazioni su nuovo accordo di fornitura per i rifiuti in ingresso, oltre a due manifestazioni di interesse per il ritiro del compost che sarebbe prodotto in città.

Polioli, nel presentare il piano, scrive che "Enerver è un progetto all’avanguardia, studiato nel rispetto dei principi dell’economia circolare: permetterà di gestire in maniera più efficace le attività di recupero della Forsu e del verde, garantendo vantaggi ambientali e risparmi economici per il territorio. Abbiamo presentato un’idea green, che cresce con il territorio e si inserisce nel modello di riduzione degli sprechi e del recupero energetico. L'efficienza dell’impianto porterà concrete ricadute sull'intero comprensorio industriale e sull’intero territorio Vercellese".

Secondo i detrattori invece il progetto andrebbe ad aumentare il rischio di emissioni nocive e odori nell'aria a poche centinaia di metri dal centro abitato e da attività produttive commerciali. La scorsa estate alcuni rappresentanti del Consiglio comunale hanno formato il comitato "No biogas" per opporsi all'insediamento. A ottobre il comitato aveva incontrato in municipio l'assessore regionale all'Ambiente, Matteo Marnati, per esporgli i dubbi dell'amministrazione.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • Massimo

    Ferrarotti

    14:02, 11 Aprile 2021

    [email protected]

    Certo in Italia l'ignoranza impera, in tutta europa utiizzano risorse per ottenerne altre derivate ma chi si oppone al biogas da forsu, si domanda che fina fa il forsu che con dovizia e sollectudine cittadini racolgono con la raccolta differenziata ? In tutta europa oltre a produrre metano con questa tecnologia, lo dostribuiscono in maniera diretta od indiretta in Italia "non ci sono le regole (europee)" Mi sono occupato alcuni anni fa di questa tecnologia compreso l'upgrade del metano poi per i motivi suddetti ho dovuto cambiare strada (professionale)... ma non è possibile mollare e lasciare che l'gnoranza imperi

    Rispondi

    Report

Video