cerca

La bicicletta è sempre stata la sua grande passione

Morto Franco Trevisan, autentico maestro di ciclismo

Fu il primo preparatore del plurimedagliato paralimpico Claudio Costa

Trevisan Gian Franco

Franco Trevisan

Sport vercellese in lutto. A 84 anni è morto Gian Franco Trevisan, padre e maestro del ciclismo amatoriale vercellese.

Era stato un dipendente del negozio di ferramenta "Fratelli Vanoli", poi intraprese con successo l'attività di agente di commercio. Nel suo tempo libero il ciclismo l'ha fatta da padrone. E' stato il primo preparatore del campione paralimpico Claudio Costa.

"All'inizio con Claudio faceva delle camminate - ricorda Alessandro Trevisan, figlio di Franco - Poi Costa si è appassionato al ciclismo e mio padre chiaramente lo ha assecondato e assistito con enorme piacere. Papà era un innamorato della bicicletta e aveva iniziato a collaborare con l'Unione Ciclistica Vercellese presieduta dall'indimenticato Gino Bertinetti con il direttore sportivo Vladimiro Lesca. Successivamente fu tra i fondatori del Velo Club Vercelli insieme al professor Mario Sola. Nel 1973 inventarono la "Vercelli che pedala" con Venio Trebaldi".

Trevisan negli anni Ottanta lanciò tanti corridori verso il professionismo. Collaborò con notissimi direttori sportivi dell'epoca. A Vercelli lo ricordano per la sua opera meritoria Carlo Robutti e la nostra collaboratrice Samantha Profumo: "Franco era una persona speciale e preparata".

Il figlio Alessandro aggiunge: "Papà era sempre molto disponibile. La sua e la nostra casa era aperta a tutti. Ricordo che in tanti venivano a trovarlo per chiedere consigli e aggiustare anche la bicicletta. Purtroppo cinque anni fa subì un brutto incidente e man mano le sue condizioni sono peggiorate". 

2021 - Riproduzione riservata

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500