cerca

Nessuna sorpresa

Ufficiale: da lunedì il Piemonte in arancione, richiudono bar e ristoranti

Arrivata la conferma del ministero: sarà così almeno fino al 15 marzo

Zona arancione

Ora è arrivata anche l'ufficialità: da lunedì 1° marzo il Piemonte retrocede in zona arancione. Confermate, quindi, le indiscrezioni degli ultimi giorni che sottolineavano come la crescita dei contagi e il lieve aumento dell'indice Rt avrebbero portato la regione nella fascia considerata a medio rischio. Non è stato comunque l'indice di contagio, comunque sopra la soglia 1 (1,02 e con una forbice di 0,98-1,05), a far spostare il Piemonte, ma il rischio considerato "alto". Ci saranno anche alcuni Comuni che selettivamente andranno in zona rossa, ma non dovrebbero interessare il Vercellese.

Dopo quattro settimane di zona gialla e con il numero dei nuovi casi giornalieri stabili, infatti, nell'ultima settimana i positivi si sono impennati, arrivando quasi a 1.500 al giorno. Il passaggio nella nuova fascia scatterà non più da domenica come era solito accadere fino alla scorsa settimana, ma da lunedì, come confermato ieri, giovedì 25 febbraio, dal ministro Mariastella Gelmini (leggi qui): è stata una delle prime decisioni del Governo Draghi per agevolare la programmazione delle attività economiche.

Entrano in gioco, come risaputo, alcune restrizioni: richiudono bar e ristoranti che potranno lavorare esclusivamente con l'asporto e la consegna a domicilio. Le limitazioni riguardano anche la mobilità: non si potrà più uscire dal proprio Comune di residenza se non per comprovata necessità. La validità del provvedimento è di due settimane: il Piemonte, quindi, rimarrà in zona arancione almeno fino a lunedì 15 marzo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500