cerca

Il monitoraggio

Ufficiale: il Piemonte resta in zona gialla

Chiusure settoriali per le aree particolarmente colpite

Zona gialla

Alla fine le sorprese non ci sono state. Come annunciato ieri dal presidente Alberto Cirio (leggi qui), il Piemonte aveva numeri da zona gialla e di conseguenza meritava di rimanere nella fascia considerata a meno rischio anche per la prossima settimana e così è stato. Sono arrivati, infatti, i dati ufficiali del monitoraggio settimanale emesso dal Comitato tecnico scientifico e dal ministero della Salute. Scongiurato quindi il passaggio in zona arancione con le conseguenti chiusure per bar e ristoranti e l'impossibilità di uscire dal territorio regionale. L'indice Rt, salito la scorsa settimana da 0,82 a 0,93, è aumentato leggermente negli ultimi sette giorni arrivando a 0,96 ma non superando la soglia di 1. 

La Regione, inoltre, ha fatto sapere che verranno adottate delle restrizioni specifiche per le aree maggiormente colpite dal virus. Si tratta del primo passo verso un monitoraggio provinciale o addirittura in alcuni casi su centri urbani, che andrebbe a superare il troppo semplicistico "colore regionale". Rimane gialla anche la Lombardia, mentre Emilia-Romagna, Campania e Molise passano in arancione, che si aggiungeranno ad Abruzzo, Toscana, Liguria e Provincia di Trento. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500