cerca

Il cambiamento

Cts: ok a ristoranti aperti la sera in zona gialla e a pranzo in zona arancio

La decisione definitiva spetta al Governo

Ristoranti

Il Comitato tecnico scientifico ha dato il via libera per l'apertura dei ristoranti fino alle 22 in zona gialla e a pranzo nelle regioni in fascia arancione. Le richieste dei rappresentanti Fipe Confcommercio e Fiapet Confesercenti avanzate nei giorni scorsi avevano fatto breccia nel ministero dello sviluppo economico che ha interpellato gli scienziati. Il Cts ha accettato la proposta e ora la decisione definitiva spetterà al Governo. Ancora da stabilire se l'eventuale cambiamento avverrà già dal 15 febbraio (data di scadenza del divieto di spostamento tra regioni) oppure bisognerà attendere il 5 marzo (data che indica il termine del Dpcm).

Per il Comitato la via è percorribile, a patto che vengano rispettate alcune linee guida fondamentali. Per i ristoranti si devono mantenere le mascherine obbligatorie e il distanziamento di un metro tra i tavoli e nei luoghi di passaggio. Bisogna, inoltre, anche mantenere un numero massimo di persone al tavolo (quattro se non si tratta di conviventi) e indicare all’ingresso il numero massimo di capienza del locale. Per i bar il servizio al banco deve rimanere la distanza di un metro tra le persone e provvedimenti per evitare gli assembramenti di persone in fila alla cassa o in attesa di essere servite. Rimangono vietati i buffet, le carte da gioco e i giornali.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video