cerca

Crisi di Governo

Draghi accetta l'incarico con riserva: al via le consultazioni

"Risposte all'altezza della situazione per gestire l'emergenza"

Mario Draghi

Mario Draghi, dopo un'ora di colloquio, ha accettato l'incarico da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella di formare il nuovo Governo. "Ringrazio il Presidente per la fiducia che mi ha voluto accordare. È un momento difficile, dobbiamo essere all'altezza. I nostri obiettivi sono vincere la pandemia, completare la campagna vaccinale, rispondere alle esigenze dei cittadini e rilanciare il Paese. Abbiamo le risorse straordinarie che arrivano dall’Unione Europea e possiamo fare molto per il futuro dell'Italia. Con grande rispetto, mi rivolgerò innanzitutto al Parlamento: sono fiducioso che dal confronto con i partiti e i gruppi parlamentari e dal dialogo con le forze sociali, emerga unità e con essa la capacità di dare una risposta responsabile e positiva alla richiesta del presidente della Repubblica. Scioglierò la mia riserva al termine delle consultazioni". Queste le prime parole dell'ex presidente della Bce. 

Ora serve capire che strada sceglieranno di prendere i partiti: il Pd ha affermato di appoggiare Draghi, Salvini ha parlato di compattezza per il centrodestra. Il Movimento 5 Stelle attraverso il reggente Vito Crimi ha invece annunciato di non essere favorevole ad un Governo tecnico.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500