cerca

L'attesa

Due settimane cruciali per lo spostamento tra regioni e l'apertura degli impianti sciistici

In questi 15 giorni dovrà essere valutato l'andamento della curva

Impianti sciistici

Tutto dipenderà dall’andamento delle prossime due settimane. Solo dai dati dei prossimi 15 giorni, infatti, si potrà capire se le restrizioni potranno essere allentate. La data cerchiata in rosso è quella del 15 febbraio: da quel giorno, teoricamente, sarebbero consentiti gli spostamenti tra regioni in zona gialla e dovrebbero riaprire gli impianti sciistici. Ma tutto dipenderà dall’andamento dei contagi.

Oggi, lunedì 1° febbraio, è il primo giorno in cui praticamente tutta Italia è in zona gialla, ma sono già arrivati gli avvertimenti da parte del ministro della Salute Roberto Speranza e dal Cts sulla pericolosità degli assembramenti. Per consentire gli spostamenti regionali, l’Rt dovrà tassativamente rimanere sotto la soglia di 1 in queste due settimane. Stesso discorso vale per la riapertura degli impianti sciistici, alla quale si aggiunge anche l’esaminazione da parte del Comitato tecnico scientifico delle linee guida per evitare gli assembramenti inviate dalle Regioni.  Dal 15 febbraio, inoltre, sarà possibile svolgere le prove dei concorsi che prevedano la partecipazione massima di 30 persone per sessione.

Ancora al vaglio, invece, il nuovo Dpcm: l’attuale provvedimento rimane in vigore fino al 5 marzo e bisognerà valutare la curva epidemiologica nelle prossime settimane.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500