cerca

Quando Solange prestò la sua immagine per il carnevale di Santhià

Nel 2015 il sensitivo aderì all'iniziativa 'Maschere d'artista per la vita'

Solange

La maschera di Solange per il carnevale di Santhià

Tra le sue numerose apparizioni Solange prestò la sua immagine per le maschere del carnevale di Santhià. Il sensitivo, al secolo Paolo Bucinelli, morto ieri, giovedì 7 gennaio, all’età di 68 anni, aveva infatti aderito, nel 2015, insieme a tanti altri personaggi dello spettacolo, all’iniziativa “Maschere d’artista per la vita, l’arte fa battere il cuore”, ideata dal comitato organizzativo della manifestazione.

L’idea fu del direttore artistico del carnevale Paolo Bonanni. Il maestro Gianni Franceschina, invece, produsse più di quaranta maschere bianche, molto semplici, che furono poi distribuite a personaggi della cultura, della televisione, del cinema, dello sport con il compito di decorarle a loro piacimento ed autografarle.

Tutte quelle realizzate, accompagnate da una foto e da una breve biografia dell'autore, vennero esposte nella mostra di corso Nuova Italia 105. Oltre a Solange la maschera fu consegnata a personaggi come Amadeus, Biagio Izzo, Ennio Doris, Giancarlo Magalli, Giorgio Panariello, Giuditta Sin, Greg, Yuri Chechi, Leonardo Pieraccioni, Lillo, Monica Vanali,Pino Insegno e alla squadra di calcio della Juventus.

L'unicità delle opere esposte, l'interpretazione artistica, la fantasia e la genialità delle maschere decorate furono il tesoro destinato ad essere battuto in un'asta pubblica. Lo scopo benefico fu quello di dotare la città di un defibrillatore semiautomatico. “Moltissime persone famose, magari apparentemente anche inarrivabili, hanno accettato di essere coinvolte in questo progetto molto serio ed importante”, commentò Fabrizio Pistono, presidente della Pro Loco e dell’Antica Società Fagiuolesca.

Oltre ad essere esposte nella mostra vennero poi esportate al carnevale di Viareggio e nel febbraio 2016 approdarono anche a Palazzo Lascaris a Torino: il comitato organizzatore della manifestazione e gli ideatori dell’iniziativa vennero accolto dall’allora presidente del Consiglio regionale Mauro Laus. Le maschere rimasero esposte per 12 giorni nella splendida location dell’atrio di Palazzo Lascaris. In occasione dell’inaugurazione del primo defibrillatore, il 14 febbraio 2015, Solange si presentò a Santhià e si offrì di dipingere in prima persona la maschera d’artista.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video