cerca

L'inchiesta

Caso falso medico: al via l'interrogatorio

Andrea Adessi avrebbe effettuato tamponi rapidi e molecolari senza titolo

Al via l'interrogatorio del falso medico

Verrà interrogato questa mattina, mercoledì 19 maggio, Andrea Adessi, l’amministratore della società Onilab con sede a Vercelli, indagato per i reati di esercizio abusivo della professione medica e attivazione di un centro medico non autorizzato. La misura cautelare disposta dal Tribunale di Vercelli nei confronti del titolare della società prevede l’interdizione per 12 mesi dall’esercizio di qualsiasi attività di impresa in ambito sanitario, con il contestuale divieto di ricoprire uffici direttivi nel settore. L’uomo è difeso dall’avvocato Roberto Scheda.

Adessi, 53 anni, avrebbe effettuato controlli medici - tamponi rapidi e molecolari e prelievi venosi per il rilevamento del Covid – anche per conto di numerosi enti pubblici, presentandosi come medico, pur essendo privo di titolo abilitativo all’esercizio della professione. I carabinieri del Nas di Torino hanno eseguito nella mattinata di giovedì 13 maggio un’ordinanza di applicazione della misura cautelare dell’interdizione temporanea dall’esercizio di attività professionali o imprenditoriali, disposta dal Tribunale di Vercelli, che ha condiviso i gravi indizi di colpevolezza raccolti nell’ambito di un’attività di indagine coordinata dal sostituto procuratore Carlo Introvigne della Procura della Repubblica di Vercelli e finalizzata al contrasto dell’abusivismo sanitario. Le indagini hanno avuto origine nel gennaio scorso, a seguito della segnalazione di un laboratorio nel centro vercellese attivo nell’effettuazione di tamponi per il rilevamento del Covid. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video