cerca

Nell'alessandrino

Gestione illecita di rifiuti speciali

Bruciato residui vegetali, derivanti da sfalci e potature, in un periodo di massima pericolosità

Carabinieri forestale

Al termine di mirati servizi di osservazione, svolti anche in orario serale e notturno, i Carabinieri Forestali di Ovada hanno individuato il responsabile dell'abbandono di una grande quantità di rifiuti edili frammisti a rifiuti urbani, provenienti da cantieri di abitazioni private, lungo una strada sterrata in zona adiacente a un'area boschiva. L'uomo, che aveva effettuato numerosi trasporti di rifiuti fino alle zone in cui li aveva successivamente abbandonati, si è visto contestare la gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi da parte di titolare di impresa. Sono tuttora in corso le indagini per individuare eventuali ulteriori responsabili.

I Carabinieri Forestali di Acqui Terme e Casale Monferrato hanno contestato sanzioni amministrative per oltre 6 mila euro a tre persone per avere bruciato residui vegetali, derivanti da sfalci e potature, in un periodo di massima pericolosità per gli incendi boschivi. A causa del protrarsi dell'anomala assenza di piogge, infatti, la Regione aveva determinato, a partire dal 26 marzo e fino al 15 aprile, lo stato di massima pericolosità per gli incendi boschivi su tutto il territorio piemontese, vietando qualsiasi generazione di fiamma libera non controllabile.
 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500