cerca

Forestale di Novara

Allevamenti di cervi e daini: multe per oltre 35 mila euro

I controlli dei Carabinieri in 21 attività

Carabinieri forestale

Le Stazioni Carabinieri Forestali di Novara ed Oleggio, nel mese scorso, hanno avviato una fitta campagna di controlli negli allevamenti di fauna selvatica presenti sul territorio, comminando 53 sanzioni per un totale di 35.500 euro.

"Si è trattato di verifiche effettuate su allevamenti di daini e cervi destinati al consumo alimentare - spiegano i militari - In totale sono stati sottoposti a controllo 21 allevamenti, ubicati su tutto il territorio provinciale. Tutti gli allevamenti sono risultati autorizzati dalla Provincia. Tuttavia, sono state riscontrate violazioni amministrative, sia per mancata ottemperanza alle prescrizioni di legge od a quelle autorizzative, sia per mancata osservanza delle disposizioni in tema di tracciabilità degli alimenti. Sono, così, state contestate 40 sanzioni amministrative per mancata osservanza delle prescrizioni di legge o dell’autorizzazione". Si è trattato di violazioni di vario genere "quali, la mancata apposizione di auricolare identificativo su ogni esemplare, mancata registrazione dei capi sul previsto registro, mancata adozione di misure specificamente imposte dall’atto autorizzativo. In tali casi, la sanzione amministrativa contestata è di 400 euro per ogni ipotesi accertata, pertanto, con un controvalore totale di 16.000 euro. Inoltre, sono state effettuate ulteriori 13 contestazioni di violazione amministrativa per altrettanti allevamenti, con un controvalore totale di 19.500 euro, in quanto, da una ricostruzione documentale effettuata, non è stato possibile ricostruire l’esatta filiera di produzione degli esemplari, dalla macellazione alla destinazione alimentare finale. L’azione di controllo è stata prioritariamente finalizzata ad una verifica di filiera alimentare allo scopo di assicurare la corretta gestione dei prodotti in tutte le fasi di produzione e vendita. Tutto ciò ha un duplice scopo: da un lato si vuole assicurare il massimo rispetto delle misure veterinarie, onde evitare che, una non corretta gestione degli alimenti sotto il profilo igienico-sanitario, possa causare la distribuzione al pubblico di alimenti non debitamente verificati. Dall’altro lato, si vuole assicurare che, la piena rintracciabilità di tutti i passaggi della filiera alimentare, possa garantire al cittadino la completa informazione e conoscibilità di tutte le produzioni alimentari. È bene precisare che, in tutti i controlli effettuati, non sono emerse contaminazioni o rischi sanitari di alcun tipo sugli alimenti commercializzati. L’intervento, pertanto, ha avuto uno scopo preventivo, onde assicurare il rispetto della legalità e di tutti i protocolli veterinari atti ad assicurare la salubrità e qualità delle produzioni alimentari. Con tali controlli, che procederanno anche in futuro, i Carabinieri Forestali intendono assicurare la corretta gestione della filiera alimentare a tutela del consumatore finale, con impegno puntuale su ogni fase, dalla produzione, alla lavorazione, alla vendita del prodotto finale. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video