cerca

Moncalvo

Ferisce un carabiniere e distrugge l'auto di pattuglia

L'uomo è stato arrestato dopo una violenta colluttazione

Carabinieri 112

Sorpreso dai carabinieri mentre cerca di rubare un'auto, reagisce violentemente tentando di colpirli e sfondando a calci il finestrino della vettura di pattuglia.

I Carabinieri della Stazione di Montemagno e della Sezione Radiomobile della Compagnia di Asti hanno bloccato in flagranza di reato un pregiudicato di origine albanese nella notte tra domenica 4 e lunedì 5 aprile. I fatti si sono svolti a Moncalvo: verso le 4,30 una residente ha notato dalla propria finestra un uomo col volto coperto da un cappuccio armeggiare vicino ad alcune auto parcheggiate in via Roma. La testimone, vedendo il soggetto allontanarsi a piedi con in mano una mazza di legno, si è allarmata, contattando il 112. La pattuglia dei Carabinieri di Montemagno, subito intervenuta, ha individuato in via Asilo un uomo accovacciato in prossimità di un’autovettura. Nonostante l’invito ad alzarsi e ad esibire i documenti d’identità, l'uomo non ha obbedito, anzi ha brandito verso i militari una forbice elettrica. Il personale, coadiuvato da un equipaggio della Sezione Radiomobile nel frattempo sopraggiunto da Asti, lo ha bloccato, ma l'uomo ha reagito violentemente tentando di colpire i carabinieri che, solo dopo una violenta colluttazione, sono riusciti ad immobilizzarlo e a caricarlo dentro l’autovettura di servizio, dove ha cercato ancora di colpirli a testate.

La violenta reazione del fermato, anche all’interno dell’autovettura di servizio, lo ha portato a sfondare a calci il finestrino e danneggiare gravemente gli interni del mezzo, oltre a procurare lesioni giudicate guaribili in 5 giorni ad uno dei militari. Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti anche una pinza e una mazza di legno di un metro. Una volta condotto in caserma ad Asti, il soggetto è stato identificato: si tratta di un uomo di 36 anni di origine albanese residente in provincia di Alessandria, già gravato da precedenti penali e di polizia per reati contro la persona ed il patrimonio. Lo stesso, sino al 28 marzo, si trovava agli arresti domiciliari nella sua abitazione per minaccia. L'uomo è stato perciò arrestato per tentato furto di autovettura, porto di oggetti atti a offendere, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Il Sostituto Procuratore della Repubblica del Tribunale di Vercelli ne ha disposto l'arresto e l'uomo è stato condotto nel carcere di Alessandria in attesa del giudizio di convalida che avverrà in questi giorni.             

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500