cerca

Chivasso

In una discarica abusiva trovate lastre di amianto

Operazione della Guardia di Finanza: alla luce anche materiali ferrosi

discarica abusiva Chivasso

A Chivasso scoperta una maxi discarica a “cielo aperto”. Sequestrate oltre 8 mila tonnellate di rifiuti. In un’area di circa 10 mila metri quadrati la Guardia di Finanza di Torino ha rinvenuto lastre di amianto, rottami ferrosi, olii esausti e materiale plastico. Le Fiamme Gialle hanno localizzato la zona in cui intervenire grazie al supporto della sezione aerea dei colleghi di Varese che, con sorvoli aerei, su una superficie in stato di abbandono e degrado hanno individuato gli accumuli di rifiuti. Sono stati i baschi verdi del gruppo pronto impiego che hanno condotto gli accertamenti, coordinati dalla procura della Repubblica di Ivrea, da cui è emerso che i materiali sequestrati sarebbero riconducibili a un’impresa del Chivassese che si occupava di edilizia e bonifica. I due amministratori della società sono stati denunciati alla procura di Ivrea, entrambi dovranno rispondere di reati ambientali. Il pm Daniele Iavarone contesta ai due il deposito incontrollato di rifiuti e la gestione di discarica non autorizzata. Il materiale infatti veniva stoccato nella discarica abusiva nelle vicinanze del fiume Orco, in una riserva protetta. Sono in corso ulteriori accertamenti per la messa in sicurezza del sito e per verificare l’eventuale contaminazione ambientale derivante dallo sversamento dei materiali.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500