cerca

Comando provinciale di Verbania

Ubriaco, aggredisce e picchia la moglie: arrestato

La donna ha chiesto aiuto ad una vicina che ha chiamato i carabinieri

Carabinieri Verbania

Dopo l'ennesima aggressione in sette anni ai danni della moglie, i carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un marocchino di 28 anni.

E' nella serata di ieri, domenica 21 marzo, a Premosello-Chiovenda (Vco): i Carabinieri della locale Stazione, unitamente ai militari della Sezione Radiomobile di Verbania, hanno arrestato un extracomunitario di origini marocchine, classe ’93, già con precedenti per reati contro il patrimonio. Intorno alle 17 è arrivata alla Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Verbania la chiamata di emergenza da parte di una donna, che spiegava di avere alla porta la propria vicina di casa insieme ai suoi figli, la quale chiedeva aiuto poiché era stata appena aggredita e picchiata dal marito. Due pattuglie si sono immediatamente recate all'indirizzo segnalato, trovando la donna, anch’essa di origini marocchine, in compagnia dei due bambini di 4 e 7 anni, "in stato di profondo turbamento e con evidenti segni di aggressione alle braccia e alle gambe".

I militari hanno richiesto l’intervento del personale del 118, che ha provveduto a soccorrere la donna e trasportarla all’Ospedale Civile di Domodossola per le cure del caso, e hanno subito individuato il marito all’interno della propria abitazione in evidente stato di ebrezza. Nel frattempo, un altro equipaggio dei Carabinieri si è recato in ospedale per raccogliere il resoconto dettagliato dell’accaduto da parte della vittima la quale, al termine delle cure da parte dei sanitari, ha denunciato di essere stata vittima, negli ultimi sette anni, di numerosi e ripetuti episodi di violenza fisica e verbale da parte del marito. La donna è rimasta ricoverata presso la stanza rosa dell’ospedale unitamente ai propri bambini, in attesa dell’intervento di personale specializzato pronto a fornire il dovuto supporto psicologico e gli aiuti del caso. Dopo essere stato condotto al Comando Provinciale Carabinieri di Verbania per le formalità di rito, l’uomo è stato portato in carcere, in attesa del rito per direttissima previsto per la mattinata odierna.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500

Video