cerca

Chiacchiere di moda

Il fenomeno Chiara Ferragni: l’eco dei giovani e… della borsa

L'accoppiata vincente con Tod's

Chiara Ferragni

L'influencer Chiara Ferragni

Sapete qual è a mio avviso il tratto distintivo di Chiara Ferragni? È una leader di tendenze, si è inventata un mestiere ex novo e lo ha istituzionalizzato. Ma non basta, perché l’influencer italiana conosciuta in tutto il mondo ha il potere di scovare i trend di mercato più all’avanguardia, muovendosi all’unisono con le esigenze che nascono dai giovani e rendendole parte integrante dei suoi progetti

Potrei continuare l’elogio alla Ferragni ancora per molto, ma devierebbe dal focus dell’articolo. Oggi parliamo di una scelta che ha colpito nel segno con la velocità di un battito di ciglia: risale a pochi giorni fa l’annuncio di Diego della Valle dell’ingresso dell’imprenditrice digitale nel Consiglio di Amministrazione di Tod’s – brand rappresentativo di un’italianità autentica. Ed è stato subito un successo. Non è infatti un caso che Tod’s, proprio nello stesso giorno dell’entrata nel Board della Ferragni, abbia registrato un +14% in Borsa. Lo scopo di Della Valle è non solo di coprire il gap economico creatosi con un anno di pandemia che ha visto il fatturato crollare di un 30%, ma anche – e direi strettamente collegato a questo – creare un contatto più ravvicinato e sicuro con la nuova generazione di consumatori (asso nella manica della Ferragni). Quello che infatti l’influencer Chiara sa fare, e che molti brand ignorano invece di imparare, è ascoltare il suo pubblico – in questo preciso caso i suoi follower – e agire di conseguenza, sfruttando il suo potere mediatico per dare spazio a una generazione che, mai come ora, ha difficoltà a trovare la propria eco e il proprio spazio.

Chiara Ferragni, come nuovo membro del CdA di Tod’s, sarà incaricata di monitorare due temi essenziali per il futuro dei brand – di lusso e non – nel prossimo futuro: la sostenibilità e l’engagement delle nuove generazioni. Se ci si ferma un attimo a riflettere è una sorta di effetto boomerang: un’esposizione ragionata, controllata e innovativa, fatta con i giusti mezzi e in giusti termini, sta tornando indietro in forma di successi e grandi traguardi, numerici e sociali. Chiara Ferragni può piacere o no, de gustibus non disputandum est, ma in questo caso non stiamo parlando di gusti, ma di fatti, e proprio in questi termini non c’è proprio nulla su cui discutere, Chiara Ferragni sa come colpire nel segno.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500