cerca

Chiacchiere di moda

Come il Covid cambia i trend

Le case di moda si stanno adattando alle nuove tendenze

Silvia Barbieri

Silvia Barbieri

Si sa, il Covid ha avuto influenze su tutti gli aspetti considerati - fino al 2019 - capisaldi intramontabili delle nostre vite: abitudini, lavoro, hobby e, non per ultimo, dress code. Quello che fino a inizi 2020 poteva essere un semplice trend, è ora diventato una vera e propria nuova attitude di moda.

Il vestiario formale, già in crisi in un periodo pre-pandemico, ha subito un’ulteriore battuta di arresto: d’altronde le occasioni d’uso sono sempre più ridotte, lo smartworking è ormai diventata la soluzione più utilizzata dalle aziende per far fronte alle restrizioni governative, gli eventi sono pochi o quasi inesistenti e lasciano spazio alla loro versione digitale. Si pensi a Hugo Boss che, con i suoi famosi completi e abiti sartoriali, ha chiuso il secondo quarto del 2020 a un -59% rispetto all’anno precedente.

Ciabatte Luis Vuitton

Quello che invece quest’anno ha mostrato è un interesse sempre più vivido nei confronti dell’abbigliamento sportivo e del cosiddetto 'athleisure wear', che ben si sposano con i prolungati lockdown e con il ritrovato bisogno della cura di sé. Ecco allora molteplici collezioni sempre più improntate a soddisfare queste nuove tendenze, collezioni che non arrivano solo dal mondo di Bershka o H&M, ma anche dall’universo lusso – Louis Vuitton e la sua linea di homewear, con le tanto discusse ciabatte rosa ne sono un esempio.

Anche l’haute couture, dunque, rispettando la natura fluida della moda, non ha potuto fare a meno di adattarsi al cambiamento, pur restando fedele ai propri valori. Questo fa Dolce & Gabbana quando nella collezione di Alta Moda 2020 propone silhouette morbide con caftani, kimono, tute eleganti, il tutto costellato di stampe in celebrazione del Bel Paese e dettagli sartoriali unici nel loro genere. Insomma, un anno di crisi latore di grande trasformazione, che non si dimentica di proporre anche look dalla vita in su, perfetti per le video call: perché, come Miuccia Prada ha specificato in occasione dell’ultima Fashion Week milanese, il fashion è una reazione diretta alla realtà e il 2020, aggiungerei, ha stravolto la realtà.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500