mercoledì

, 25 aprile 2018

ore 06:29

Sport

14-04-2018 16:56

La maledetta stagione della Pro Vercelli
Bianche casacche sconfitte a Empoli per 3 a 2: ma quel palo...
 
Quando una stagione deve avere un finale orrendo, si capisce dagli episodi. Come quello di Empoli. E' il minuto 93. I padroni di casa stanno vincendo per 3 a 2. Altobelli prova la grande girata e, a portiere battuto, il pallone si stampa sul palo. Non che il pareggio al Castellani potesse cambiare radicalmente la corsa play out, ma avrebbe sicuramente dato un'iniezione di fiducia ai ragazzi di Gianluca Grassadonia. Ma quest'anno, purtroppo, se qualcosa deve andare male, va peggio. La Pro Vercelli, complice la vittoria della Ternana a Novara, è ultima in classifica con soli 31 punti conquistati. C'è (forse) ancora una speranza per agganciare gli spareggi salvezza che sono distanti cinque lunghezze: fare sei punti fra Pescara e Virtus Entella. Un'impresa tutt'altro che impossibile. La squadra vista contro l'Empoli ha nelle sue corde questa possibilità. Quindi, ancora una volta, nonostante tutto, le bianche casacche possono sorprendere tutti. E questa è la speranza di tutti.

Riviviamo ora la partita del Carlo Castellani

Dopo 7' la Pro Vercelli passa clamorsamente in vantaggio: bel triangolo Bifulco-Castiglia-Bifulco che porta l'ex giocatore del Carpi a battere Gabriel e realizzare il suo quarto gol con la maglia della Pro Vercelli. Neanche il tempo di esultare che l'Empoli pareggia: Gozzi si 'dimentica' di Caputo che di testa, su perfetto cross dalla corsia di destra, non perdona e batte Pigliacelli. Le bianche casacche provano a tenere il ritmo dei ragazzi di Andreazzoli, ma la sensazione è una sola: se l'Empoli accelera, può segnare da un momento all'altro. Tanto è vero che al 32', su una verticalizzazione, arriva il gol del 2-1 di Zajc. I toscani iniziano così a controllare il gioco senza grosse difficoltà, mentre la Pro Vercelli non riesce a rendersi molto pericolosa in avanti.

Il secondo tempo

La prima conclusione, dopo 40 secondi, è di Caputo: la mira non è però delle migliori e il pallone termina alto sopra la traversa. Passano pochi secondi e il solito Caputo, dopo aver rubato palla a Berra, riesce ad entrare in area. Il suo tiro viene deviato in calcio d'angolo. Sul corner successivo ecco il più classico dei gol dell'ex: Luperto, lasciato colpevolmente solo dall'intera difesa vercellese, non ha il benché minimo problema a insaccare di piatto il 3 a 1. L'Empoli continua poi a premere e così, al 9', Grassadonia toglie Germano e inserisce Altobelli per provare a limitare il gioco dei toscani. Al minuto numero 12 Ghiglione - il più forte della squadra insieme a Vives - si inventa un assist d'oro per Castiglia che, da due passi, non sbaglia e accorcia le distanze: 3 a 2. A questo punto il tecnico della Pro Vercelli toglie Bifulco e inserisce Rovini. Al 29' poi Grassadonia si gioca il tutto per tutto: fuori Mammarella e dentro Reginaldo. La mossa non porta però gli effetti sperati, perché le bianche casacche non riescono più a costruire un'occasione da rete. Traoré sfiora poi due volte il 4 a 2: prima colpisce la traversa al minuto numero 45 e poi non riesce a concludere in porta dopo aver saltato Pigliacelli. Al minuto 93 poi la beffa: Altobelli colpisce il palo. Peccato, peccato davvero. Ma questa è davvero una stagione maledetta.

L'ultima speranza

La Pro Vercelli affronterà ora Pescara, in casa, e Virtus Entella in trasferta: due squadre che, per usare un eufemismo, non stanno attraversando di certo il loro miglior momento della stagione. L'obiettivo è fare sei punti: in questo modo, infatti, si potrebbe clamorosamente riaprire la corsa ai playout. Altrimenti...


Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

L'abbazia di Chiaravalle

Andrea Cherchi

Copyright © 2018 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.