Monday

, 17 February 2020

ore 14:41

Provincia

27-07-2016 09:00

Sogin, Portinaro: 'Nessuna incompatibilità'
Il sindaco di Trino risponde alle accuse che gli vengono rivolte
 
“Se vinciamo, vinciamo tutti. Si lavora per risolvere un problema che ci portiamo dietro da decenni. Ci sono segnali di cambiamento, è giusto provare”. Così il sindaco di Trino Alessandro Portinaro parla del suo nuovo incarico di consigliere del CdA di Sogin.

Com'è nata questa nomina e come affronterà l'incarico?
E' nata dalla volontà del ministro Calenda, condivisa da Palazzo Chigi, di avere un CdA diverso dai precedenti, con componenti esterni alla struttura ministeriale e diverse professionalità all'interno, oltre a una rappresentanza dei territori sede di impianti nucleari. In quanto coordinatore della Consulta dei comuni sede di impianti nucleari, è uscito il mio nome. Affronterò questo incarico continuando a studiare la tematica e provando a portare in Sogin proposte e critiche raccolte negli anni tra i territori. E' un'opportunità di cambiamento di Sogin.

Quali sono gli obiettivi?
La trasformazione di Sogin e un maggior dialogo con istituzioni locali, cittadini e associazionismo; la disponibilità a rispondere alle richieste di informazione per cercare dei percorsi condivisi; la speranza che Sogin riparta e dia maggiore operatività su un grande tema, nelle mani del Governo, che è il deposito unico nazionale.

C'è chi ha dubbi sulla compatibilità del doppio ruolo sindaco-consigliere Sogin.
A livello formale non sussiste incompatibilità. E' delicato ricoprire i due ruoli. Ci sarà massima attenzione da parte mia a farlo in modo coerente. E' un'opportunità per provare a modificare un processo da dentro la struttura. E' la prima volta che succede. Rifiutare sarebbe stato un errore strategico.

Come si comporterà se ci saranno argomenti che potrebbero mettere in conflitto le sue due cariche?
Tenterò di lavorare per far convergere gli interessi dei nostri territori e le azioni che Sogin deve svolgere. Le mie opinioni restano le stesse di sempre, sono antinuclearista.

Qualcuno afferma che dovrebbe dimettersi da sindaco.
Non lo farò. Sono stato eletto dai cittadini, vado avanti fino alla fine del mandato. Trino non ha bisogno di un altro commissario.

Si è parlato anche dell'indennità che percepirà: a quanto ammonta?
Il compenso stabilito per i consiglieri del CdA è di circa 19mila 500 euro lordi all'anno. Tolti oneri e spese, si dimezza. E' una cifra importante per persone normali, come lo sono io. Ricordo che Sogin gestisce tutti gli impianti nucleari italiani e ha più di mille dipendenti. Il mio impegno credo che consisterà nell'essere a Roma almeno una volta al mese. A breve ci sarà la prima convocazione del consiglio d'amministrazione.

Fabio Pellizzari
2016 - Riproduzione Riservata


Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

La Winter Marathon - Di Edoardo Bodo Corona

Copyright © 2020 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.