Saturday

, 24 August 2019

ore 03:09

Pagina Nazionale

16-02-2019 09:00

Festival di Sanremo: Tiramani contro Baglioni
Il parlamentare: 'Il direttore artistico in conflitto di interesse?'
 
"Il direttore artistico di Sanremo, Claudio Baglioni, è in grave conflitto di interesse?".
Paolo Tiramani, capogruppo della Lega in vigilanza Rai, accende la polemica intorno al cantante che ha diretto le ultime due edizioni del Festival della musica italiana. La 69ª edizione si è conclusa da meno di una settimana, però le bufere continuano ad avvolgerla. Prima è scaturita quella sul vincitore, Mahmood. Al Festival è arrivato da outsider, conquistando un pass con la vittoria, a dicembre, a Sanremo Giovani. A spingerlo al successo è stato soprattutto il voto delle giurie tecniche che hanno ribaltato il televoto (a favore di Ultimo, arrivato secondo, che poi ha attaccato duramente i giornalisti).

"Ho capito che qualcosa stavo cambiando quando, sabato pomeriggio, mi hanno detto che “Soldi” era il brano più alto in radio" ha detto il cantante. Poi, subito dopo la proclamazione, su internet è scoppiato il caso sulle sue origini: "Sono italiano al 100%" ha tagliato corto il cantante.

Ora si è innescata la bufera “tecnica” su Baglioni. Tiramani, mercoledì, ha infatti presentato un quesito alla società concessionaria durante l’ultima seduta della Commissione di vigilanza Rai. "Da articoli di stampa è emerso che Claudio Baglioni ha selezionato Paola Turci, Nek, Achille Lauro, Renga, Il Volo e Nino d’Angelo che sono legati all’agenzia Friends&Partners di Ferdinando Salzano alla quale è legato lo stesso direttore artistico - ha spiegato il deputato del Carroccio -. I due vincitori della sezione 'Giovani' sono stati votati per il 40% da una commissione musicale guidata da Baglioni, quindi sempre riferibile al suo agente, mentre per il 30% da una giuria di esperti, tra cui Fiorella Mannoia e Annalisa, che sono sempre legati all’agenzia F&P, e solo per il 30% dal televoto".

Tiramani ha poi aggiunto: "Chiara Galvagni è la capostruttura delle Risorse televisive in Rai ed è legata da un rapporto di parentela a Veronica Corno, che lavora nell’agenzia Friends&Partners come responsabile degli eventi speciali e delle risorse artistiche: tutto questo non costituisce un grave conflitto di interesse?".
ll deputato leghista ha ricordato che "Baglioni ha un contratto di due anni. Qualcuno vorrebbe che proseguisse in quest’esperienza ancora per un’edizione, però c’è una riflessione da fare".

Tiramani ha anche sottolineato come "la canzone vincitrice (Soldi, ndr) mi sia piaciuta molto, così come Mahmood che è stato anche molto bravo a dribblare le polemiche".

Matteo Gardelli
2019 - Riproduzione Riservata


Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

Copyright © 2019 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.