Tuesday

, 1 December 2020

ore 02:34

Cronaca

21-11-2020 15:00

Area Covid: da domenica 22 arriveranno i primi pazienti
I posti letto a disposizione saranno 455
 
Saranno ricoverati nella mattinata di domenica 22 novembre i primi pazienti nell’area sanitaria Covid per pazienti a bassa intensità di cura nel Quinto Padiglione di Torino Esposizioni.

Lo spazio, messo a disposizione dal Comune di Torino su richiesta dell’Unità di Crisi della Regione Piemonte e con la collaborazione della Prefettura di Torino, ospita 55 tensostrutture fornite dalla Croce Rossa (6), dalla Provincia autonoma di Trento (11) e dalla Regione attraverso la Protezione civile e la Maxiemergenza 118. Quest’ultima ha posizionato il Field Hospital Emt 2 (Emergency medical team), struttura unica in Italia e tra le sole quattro presenti in Europa.

I posti letto attivi sono 455, gestiti in forma integrata dalla Aou Città della Salute e dall’Asl Città di Torino, di cui 447 di degenza, sei di subintensiva e due di intensiva.

Sono 350 quelli dotati di presa fissa per la distribuzione dell'ossigeno, mentre per i restanti saranno utilizzate le bombole portatili. Ogni tenda è dotata di rilevatori di fumo, sensori per la concentrazione di ossigeno e campanello di allarme visivo e sonoro.

Nella prima fase ne sono attivi 100 e prestano servizio 15-20 medici, 24 infermieri, 48 operatori socio-sanitari, un tecnico di laboratorio e due amministrativi; una seconda fase prevede un'attivazione graduale dei posti letto con un impiego massimo di 40 medici, 90 infermieri, 200 Oss oltre a tecnici e amministrativi. Disponibile anche un laboratorio mobile con postazione radiologica ed ecografica per la visita dei pazienti. Installate macchine che provvedono al ricambio dell’aria due volte al giorno.

Il costo della realizzazione dell'area è di 1,5 milioni di euro, concessi dal Fondo di beneficenza di Intesa San Paolo.
L’area resterà operativa fino a quando non saremo usciti del tutto dalla pandemia”, afferma il presidente della Regione Alberto Cirio, che anticipa che “a fine emergenza potrebbe diventare un centro per la vaccinazione contro il Covid”.

Dobbiamo essere fieri dell’operato del Dipartimento di maxiemergenza e della Protezione civile che, con il supporto di tutti gli altri enti e associazioni, dalla Croce rossa all’Associazione nazionale Arma dei Carabinieri, e delle capacità dimostrate dalla Regione anche in questa occasione”, commenta il presidente della Commissione regionale Sanità Alessandro Stecco.












Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

Nelle risaie - Cavaliere d'Italia

Stefania Piccoli

Copyright © 2020 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.